domenica 10 aprile 2011

Vegan piadina alleggerita

L'altro giorno commentavo un post della mia amica Manu, di Manu's Menu, e mi è venuta voglia di piadina.

Manuela si occupa di pubblicare in lingua inglese le vere ricette della tradizione italiana attingendo dal patrimonio di ricette tradizionali della sua famiglia, ed ha per questo tutta la mia stima anche se in cucina facciamo scelte diverse, perchè diciamolo è quasi imbarazzante veder spacciata per uno dei principali classici della cucina italiana la Caesar Salad o improbabili Maccaroni Cheese volutamente scotti. Se avete amici stranieri che vogliono approcciarsi alla nostra cucina e imparare anche le preparazioni base, ecco dove possono imparare.



Quando sono all'estero curioso sempre nei menù dei ristoranti italiani (che però evito accuratamente perchè penso che il viaggio sia una meravigliosa occasione per fare una full immersion in una cultura diversa dalla propria) e ogni volta mi scappa un sorriso o un'espressione di stupore, come quando ho visto l'insegna di "The real italian Pizza Hut" - in pratica un ossimoro - in una ...pizzeria  a 4500metri sulla strada per la capitale del Ladakh.

E' curioso cercare di capire come è perchè si siano create certe leggende, la famosa insalata dedicata a Cesare, p.e. italiana lo è per paternità: fu creata in California negli anni '20 da uno chef italiano per coniugare sapori americani ad alcuni ingredienti italiani, ma in Italia è arrivata solo di ritorno molti anni dopo ...ma di questo tornerò a parlare, perchè prima o poi vi proporrò anche i piatti americani e messicani che ho imparato a fare durante i miei soggiorni californiani.

Tornando alla piadina, mi è tornato in mente che molti anni fa mentre ero in Romagna per tenere dei corsi, alcune delle mie discenti insistettero per darmi la ricetta della vera piadina. Come saprete tutti, ogni zona rivendica "la vera ricetta di...", io abito in terra di risotti (si capirà così perchè li amo tanto) e in pochi km cambia tutto!

Un commento di un romagnolo doc che parlava della ricetta di famiglia modificata per chi ha problemi col glutine mi ha fatto venir voglia di provare una variante light e ovviamente veganizzata della ricetta classica, eccola per voi. Infiniti ringraziamenti a Marco Drudi: ho stravolto la tua ricetta, ma le tue indicazioni mi sono state utilissime!

piadina di grando duro con hummus di ceci ed spezie fresche


E questa è solo la prima prova di veg piadina alleggerita: qui a casa è piaciuta tantissimo!

Ingredienti:
(per singola piadina)
125 grammi di farina di grano duro  (seguiranno esperimenti con altre farine);
15 grammi di olio di girasole;
2 grammi di bicarbonato;
2/4 (o nulla se non lo usate) grammi di sale;
50 grammi di acqua gasata fredda (da frigo)

Perchè le dosi per singola piadina?
- questo blog nasce con l'idea di proporre cibi sani e ricette "alleggerite", la piadina è un piatto molto calorico, questa è alleggerita, ma è comunque impegnativa meglio non avere la tentazione di cucinarne dosi extra o... addio sacrifici fatti fino ad oggi! Cucinare sempre e solo le porzioni che consumiamo di cibi calorici aiuta moltissimo a mantenere la linea e la salute (detto questo quando le cucinate poi godetevele felici e contenti);
- chi deve fare la conti dei carboidrati o delle calorie è avvantaggiato;
- mi piace lavorare piccole porzioni di pasta, lo trovo distensivo;
- è una prima prova con la farina di grano duro, questo fa sì che sia molto saziante al palato, una ripiena sazia anche due persone;
- questa ricetta si presta bene per fare delle fette ideali per farne finger food da aperitivo, abbinato a qualche crema o patè, per cui una basta per tanti; potrete farne più tipi con diverse farine per una cena speciale.

Piadina tagliata, finger food
Per guarnire o farcire: cosa preferite, nel mio caso hummus.

Esecuzione:
Mettere tutti gli ingredienti in un contenitore a bordi alti e lavorate inizialmente con una forchetta, poi con le mani, finchè non ci sono più grumi e l'impasto risulta elastico.
Se occorre regolare l'impasto con piccole dosi extra di farina o acqua.
Lasciar riposare mezz'ora
Note: negli esperimenti che sono seguiti ho cambiato farina e le proporzioni variano leggermente, se p.e. si usa farina di grano tenero ne occorre un po' di più.

Stendere la pasta col mattarello, ma non assotigliare troppo.
Marco spiegava che la vera piadina romagnola è gonfia e morbida e si deve poter tagliare in mezzo.
Volevo sicuramente sostituire il lievito che lui usa perchè se posso lo escludo dalle ricette, così ho preferito il bicarbonato e ho pensato di aggiungere dell'acqua gasata fredda per rendere gonfia e soffice la pasta, come si fa per le pastelle da fritto delicato, e sono contenta del risultato.
Pungere con i rebbi della forchetta per evitare che si formino bolle durante la cottura e procedere mettendo la piadina su una piastra calda. 

Cuocere dai due lati, a fuoco non altissimo o si seccherà e poi diventerà troppo friabile.
Se la volete farcire: tagliare a metà, stendere la crema prescelta (o altro vogliate usare) e chiudere in due la piadina

Il primo esperimento è venuto bene, ma voglio continuare a sperimentare con altre farine, vi farò sapere, intanto gustatevi questa gustosa e sana piadina ripiena di hummus, perfetta anche per un pic nic!


I commenti saranno graditissimi perchè è solo una prima prova: tra chapati, riminesi sottili, pita, pizze sottili e schiacciate varie ci sono mille sfumature e ogni commento può diventare una preziosa suggestione!

Buon appetito!

...e se volete farla con vegrino e rucola, date un'occhiata a quest'altra ricetta!

6 commenti:

  1. Io dico solo una cosa: non esiste la "vera piadina romagnola" :-)
    Ogni zona, parliamo anche solo di 15 km di distanza, (come hai supposto tu), ha la propria ricetta che varia parecchio. C'è chi la fa con lo strutto e chi con l'olio EVO. A Riccione è sottile sottile, a Rimini sottile. A Cervia è molto alta e come hai scritto tu la si può tagliare a metà per farcirla. Ma sai che ti dico ancora? Che a me le piadine piacciono tutte!!! E sono sicura che pure la tua è buonissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi se anche una riminese doc come te mi da l'ok vuole dire che me la sono cavata? :) bacio e grazie del commento!

      Elimina
  2. C'è anche chi sostiene che si usa il lievito, che fa parte della ricetta originale. Però molti usano il bicarbonato, come hai fatto tu.

    RispondiElimina
  3. ciao ... grazie per il mirabile spunto! ottima ricetta! ciao da Ravanello Curioso http://ravanellocurioso.wordpress.com/2012/08/19/piadina-come-mi-pare-e-piace/

    RispondiElimina
  4. ciao ... grazie per il mirabile spunto! ottima ricetta! ciao da Ravanello Curioso http://ravanellocurioso.wordpress.com/2012/08/19/piadina-come-mi-pare-e-piace/

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...