venerdì 28 ottobre 2011

Libri: Halloween tra le pagine


Eccoci alla vigilia di una delle feste che più amo, Halloween, oggi partecipo al Venerdì del libro presentandovi i libri che in questi giorni stiamo leggendo, che sono comunque evergreen per noii, eccone alcuni.

I primi sono in inglese, in coda qualche titolo italiano.
Non fatevi spaventare dalla linga, segnalerò la difficoltà per ogni titolo e soprattutto letto il primo e acquisiti i termini chiave che descrivono fantasmi e streghe tutto vi sembrerà più familiare: lo scorso anno eravamo in Usa in questo periodo e abbiamo fatto una scorpacciata di libri sul tema nella biblioteca, parlo per esperienza diretta, lo smarrimento è solo iniziale. Un po' più ricercati possono rivelarsi i testi che propongono filastrocche, indovinelli e giochi di parole, ma il vantaggio è che rime ed assonanze vi aiuteranno quando avrete dubbi sulla pronuncia, almeno questa è la nostra esperienza.

Parto dal preferito di eSSe:


Spookyrumpus
Tony Mitton (Autore), Guy Parker-Rees (Illustratore)


Bong! Goes the bell in the rickety tower, Twelve times...that means it's Spooky Hour. Listen! Hush! Oooh, what's that sound? The midnight spooks are coming round. The creepy countdown has begun, so get ready to giggle at funny, floaty ghosts, clickety-clackety skeletons and terrific tromping trolls! 

Divertente libo con storiella paurosa con finale allegro e non scontato. 
La musicalità delle rime affascina, lo vedo quando lo leggo alla mia bambina, anche se non si capisce bene la lingua, i disegni sono coinvolgenti e spiritosi, è quindi adatto anche ai piccolissimi se ovviamente narrato da un adulto: è di grande formato e le pagine non sono plastificate anche se in carta abbastanza pesante. Ideale per i preschoolers perchè la storiella prevede anche di contare tutti i personaggi. Il testo è semplice, anche se in alcuni casi il lessico, per necessità di rima, risulta non comune, questo lo rende interessante: si imparano parole nuove.

Curiosità: autore e disegnatore sono nati entrambi in Africa, sarà dovuta a questa matrice comune la loro intesa? Parlando d'Africa mi sono innamorata delle immagini di questo libro del disegnatore di Spookyrumpus, lo cercherò... Mi è piaciuto molto il suo lavoro e mi ha guidata nella scelta di questo testo la luminosità delle immagini, c'è quella luce che vedi nel cielo d'Africa al tramonto.

Who's there on Halloween?  
Pamela Conn Beall (Autore), Susan Hagen Nipp (Autore), Charles Reasoner (Illustratore)

Licricino di piccolo formato (15 x 15 cm ad occhio), con pagine rinforzate, perfetto per i più piccoli (direi dall'anno e mezzo) molto divertente. Le immagini dei personaggi mostruosi che di pagina in pagina saranno oggetto di indovinello sono simpatiche e assolutamente poco spaventose, anche se i colori sono tipicamente crepuscolari. Gli indovinelli sono in rima, semplici ed accessibili.
Ne trovate uno nel quiz di ieri. Questo è il libro della citazione numero 1

My big scary sticker & activity book

Per gli amanti dei libri con attività: ci sono indovinelli per individuare le differenze, contare, unire i puntini.. Inoltre giochi da assemblare in cartoncino e stickers.
Carino, disegni molto colorati e totalmente non paurosi.
Dai 3/4 anni.
E' vero che è in inglese, ma è così semplice che si può prendere anche se non si ha grande padronanza della lingua. La cosa più difficile che dovrete tradurre potrebbe essere: "How many blu bats can you count in this picture?" ;-)

Turtle and Snake's Spooky Halloween
Kate Spohn

Come si organizza una festa di Halloween?
Ecco la lista dei To Do in questo piccolo libro che appartiene alla colanna Easy to read di Penguin.
Acquistato in duplice copia (a 1£!) per fare un regalino a una vicina di casa, è indicato dai 5 agli 8 anni, sicuramente il target è quello per lettori autonomi, ma per leggerlo ai vostri bimbi si può partire molto pirima. Disegni allegri e colorati, trama assolutamente semplice, e, perché no, qualche suggerimento per fare davvero un divertente party!

Boo Who?
And Other Wicked Halloween Knock-Knock Jokes (Lift-The-Flap Knock-Knock Book)
Katy Hall (Autore), Lisa Eisenberg (Autore), Stephen Carpenter (Illustratore)

Tra tutti è il testo più complesso. Gli indovinelli giocano sulla pronuncia delle parole, un po' come si fa per abbreviare gli scritti negli sms o nelle targhe in Usa, appunto (quasi una prova da settimana enigmistica ;-) ).
Storia che può essere apprezzata anche da bimbi più grandini. Direi che il target ideale è dai 5 ai 10 per la storia e per bambini o adulti che abbiano discreta padronanza dell'americano, o anche inglese, parlato per la lingua.

Un esempio nella citazione 2 del quiz di ieri


Chiudo questa carrellata con qualcosa per i lettori di sola lingua italiana.
Mi spiace, le proposte che vi farò non sono altrettanto interessanti, ma siccome i mostri sono un tema che amo, in tempi non sospetti (anni e anni fa) avevo preso tre libricini per fare un regalino ad una bimba, ma poi me li son tenuti...

Un po' perchè il testo mi è parso un po' deludente (non regalo mai un libro che non mi ha convinto fino in fondo, o non mi ha entusiasmato), un po' perchè invece i disegni mi piacevano molto.

Trattasi di Ti mangerò a colazione  (il cui incipit è la terza citazione del quiz di ieri), Piccoli mostri, Questa è bella, tutti di  Jan Pienkowski per Mondadori. Non sono riuscita a trovarli on line. Già una decina di anni fa li abevo acquistati in un Reminder... ma se vi capitassero in mano sappiate che sono librettini (10 x 5 cm) curiosi con pop up molto belli di piccoli mostri.
Sui testi ho delle perplessità, ma credo anche dipenda dalla traduzione e adattamento alla nostra lingua. Probabilmente sono trascrizioni di storielle popolari polacche, risultano un po' fredde, macabre in qualche caso, e comunque non c'è lieto fine che ti aspetti (del resto ho lo stesso pensiero circa moltissimi dei classici per l'infanzia, sicuramente non destinati a bimbi dell'età di mia figlia, ovvero meno di 4). Il progetto grafico però è davvero interessante. E mi piace molto la mano di questo artista polacco.

E' tutto, forse troppo, ma Halloween mi appassiona... ci risentiamo al prossimo appuntamento.
Buona notte delle streghe se festeggerete!

Halloween nel mio blog

Gli altri Venerdì del libro sul mio blog sono qui.
Qui
potrete trovare quelli di Homemademamma che ha avuto questa meravigliosa ideea, l'elenco dei blog che aderiscono all'iniziativa e le istruzioni per partecipare.








9 commenti:

  1. Non è mai troppo quando si scrive come fai tu, Cì, coinvolgendo tutti nelle tue recensioni e facendo appassionare ai libri proposti!
    E' un complimento che credo di avreti già fatto in passato, ma stavolta mi è venuto di nuovo dal cuore leggendo che temevi di aver fatto un post troppo lungo ;-)

    Venendo hai libri, io a dire il vero non amo particolarmente Halloween nè tantomeno il nostro Carnevale....sarà che non ho mai amato mascherarmi nè vedere gli altri mascherati, boh!
    Però capsico che possa essere appassionante per tanti e poi questi libretti che proponi sono comunque simpatici per i bambini e alcuni vedo che hanno attività correlate da svolgere...quindi interessanti, non c'è dubbio :-)

    Alla prossima!
    Maris

    RispondiElimina
  2. Grazie, i complimenti mi imbarazzano, ma questo è graditissimo. Io amo scrivere, sapere che a qualcuno piaccia leggere cosa scrivo è il massimo... :-)

    A me Halloween piace perchè è una festa vitale e colorata e perchè amo molto adottare le feste di ogni cultura più vicine al mio modo di sentire. Lo scorso anno mi hanno chiesto un guest post in cui ne parlavo e in quell'occasione ricercandone le origini ho scoperto che è una festa che ha tradizioni molto antiche, nata per esorcizzare le commemorazioni dei defunti e da allora mi piace ancora di più. :-) ...e poi i mostriciattoli di certi libri sono così simpatici... ciao

    RispondiElimina
  3. Ma hai svaligiato una libreria? QUanti libri che hai recinsato, troppi, adesso ho l'imbarazzo della scelta se potessi li prenderei tutti ma se devo sceglierne uno soltanto vado dritta sul pop-up ti mangerò a colazione, ispirata dal titolo e ovviamente dalle immagini.

    RispondiElimina
  4. Non una sola, tante!
    E' l'imbarazzo che avevo io a dover scegliere cosa mettere in questo post.
    Credo sia fuori catalogo, ma magari in qualche biblioteca... quei pop up sono molto molto belli! ciao!

    RispondiElimina
  5. Cara Guru, che propostine divertenti e paurosissime. Anche io non sono una Halloween dipendente ma tendo a farmi contagiare dagli entusiasmi. E questi libretti sembrano adatti.
    A pelle i miei preferiti sono il n°1, il 4 e probabilmente anche il 5. Invidio molto il tuo essere vissuta per un periodo negli Stati Uniti, anche se non è il mio paese straniero ideale, mi rendo conto che possa offrire occasioni, stimoli e idee diverse dal nostro. Ora la Canaglia mi richiamam all'ordine, vorrei scriverti altre cose, se mi rimangono in mente ripasserò nei prossimi giorni, altrimenti pazienza.
    Hai visto, anch'io non ho la dote della sintesi!

    RispondiElimina
  6. Una gran bella carrellata... Noi a dire il vero non andiamo forte con i mostri. Al piccoletto alla fine piacciono pure ma la principessa di casa ha una certa avversione... Però scommetto che con i pop up scenderebbe a compromessi!!!

    RispondiElimina
  7. ciao cara mammozza,
    son sempre qui a disposizione!
    Mi hai fatto morire con la tua recensione, che, lo dico pure qui, è BELLISSIMA!

    Anche io non ero fan degli USA, ci ero stata per turismo e non mi era piaciuto molto di cosa avevo visto - parlando della società -, ma viverci anche se per pochi mesi è diverso e la salutista California è un mondo a se' ed è una bella esperienza viverci, senza contare che offre davvero tanto.
    Quest'anno dovevamo tornare ma poi siamo finiti in Germania, le vie del lavoro sono così contorte... ;-) però io prendo tutto quello che ci permette di stare assieme - visto che è raro potersi aggregare -, tu più di altri puoi capire benissimo perchè. E comunque penso che tutte le esperienze a contatto con una cultura diversa siano una meravigliosa occasione di confronto e arricchimento. Baci!


    ciao Stefania,
    grazie!
    guarda gli ultimi sono in realtà i pù paurosi, specie per il testo, però i pop up sono così belli! ...e la storia si può anche raccontare a modo proprio, no? :-)
    ciao!

    RispondiElimina
  8. ciao! vastissima scelta di libri in tema mostri! il primo mi ha incuriosito tantissimo :) grazie!

    RispondiElimina
  9. Bellissimi, grazie! Leggendo stavo pensando che all'estero in effetti ci sono tante offerte in più per i bambini, quando sono arrivati anche i pop up con i mostri in italiano! Qui a Lucca siamo in fase Comics e i mostri sono di casa (letteralmente)..andrò a vedere se si trova qualcosa!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
Commenti anonimi momentaneamente sospesi causa spam. Per i commenti ai post più datati c'è la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...