martedì 27 marzo 2012

Una settimana "normale"

Una settimana di vacanza dalla propria vita, una settimana normale, per molti bambini e per molte famiglie è un miraggio.

La scorsa settimana la radio che ascolto da quando sono ragazzina ha dedicato una finestra quotidiana per presentare un'iniziativa meravigliosa:
Dynamo Camp (http://www.dynamocamp.org) è un camp di Terapia Ricreativa, primo in Italia, appositamente strutturato per ospitare gratuitamente per periodi di vacanza e svago bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche, dai 7 ai 17 anni, in terapia o nel periodo di post ospedalizzazione.

Ascoltando i vari interventi e testimonianze, dei volontari, dei medici, ma anche dei genitori e dei ragazzi stessi, mi hanno colpito alcune cose.

Se mi è semplice immaginare e comprendere che per una famiglia con un piccolo malato cronico o con patologie gravi non esista davvero mai un secondo a mente spenta, che per quei genitori non ci sia più spazio nemmeno per il concetto di vacanza ma preoccupazioni h24, non avevo mai riflettuto sulle tante esperienze che perdono questi bimbi, a parte ovviamente la spensieratezza di un'infanzia rubata dalla malattia, parlo proprio delle piccole grandi cose cui magari non si pensa.

Per esempio la possibilità di passare una settimana, in un ambiente sicuro dal punto di vista medico,  soli, senza l'occhio affettuoso ma pur sempre preoccupato, e comprensibilmente protettivo dei genitori in una fascia d'età in cui è importante affermare l'autonomia, fare delle scoperte, vivere e assaporare tante emozioni. Una settimana con altri bimbi e ragazzi della propria età, ma senza nessuno che ti guardi con compassione se hai perso i capelli per la chemio, o se fatichi a muoverti, o in cui magari conosci un altro che ha la stessa sindrome rara che hai tu, o semplicemente torni ad essere un bambino come gli altri, perchè lì tutti hanno esperienze di vita simili. Una settimana in cui si possono praticare sport di vario tipo, avere a disposizione uno staff medico, cure ed alimentazione adeguate, ma anche tanti animatori motivati a far divertire e svagare come non mai, fare una vera vacanza insomma, in mezzo alla natura.


I ragazzi che negli anni scorsi sono stati ospiti hanno testimoniato con entusiasmo la ricchezza dell'esperienza e il ricordo meraviglioso che conservano, c'è anche chi è guarito e cresciuto e vorrebbe tornare come volontario. Ci sono genitori che dicono che i bimbi dopo questa vacanza sono più attenti anche alla fatica degli altri, e i medici che sono più collaborativi, più motivati a guarire. C'è chi ha potuto tornare più di una volta e chi è in attesa della lista di quest'anno e spera di poter tornare: i posti sono pochi e c'è giustamente turnazione (che bello sarebbe poter permettere a tutti di tornare?)

Un bambino malato è un bambino come tutti gli altri e su questo concetto si basa la missione di Dynamo Camp, offrire a bambini gravemente malati l’opportunità di tornare ad essere solo bambini, di divertirsi in spensieratezza, di socializzare, e di fare cose che non hanno mai pensato di poter fare: nuotare, andare a cavallo, arrampicarsi e soprattutto vivere senza paure, senza sguardi preoccupati addosso, lontani dall’ospedale ma in totale sicurezza.

A questo link trovate un approfondimento molto dettagliato e interessante e tante fotografie.
Dynamo Camp è un'associazione che ha bisogno di sostegno, di volontari, ma anche di ambasciatori
Mi ha molto incuriosita e colpita la lista dei desideri con le testimonianze dei ragazzi

Oggi stesso possiamo fare tutti un piccolo gesto e inviare subito un sms: tante goccioline piccole piccole si uniranno e permetteranno a qualche bimbo in più di godersi una vera vacanza e ai suoi genitori di staccare davvero. 


Se poi vorrete ricordarvi di questa associazione anche in futuro durante l'anno potrete fare una donazione, acquistare bomboniere e bigliettini, destinare il 5 per mille e altro ancora

Volete sentire le voci del Dynamo Camp, guardare in faccia i protagonisti di questa impresa eroica?
Ecco una serie di podcast, ci sono contributi audio e video

Pensate anche voi che sia un progetto fantastico?
Diventate ambasciatori del Dynamo Camp, semplicemente parlatene, scrivetene, condividete i link dell'associazione o direttamente questo articolo, così che abbia visibilità, la raccolta fondi possa procedere spedita, tanti volontari si uniscano, alcune famiglie che magari non li conoscono possano scoprire questa opzione.  E non dimenticate di fare il vostro sms con la donazione! ;) Ne servono tanti per regalare questa settimana "normale" a un bimbo malato, ma per ognuno è un piccolo sforzo.

L'sms è uno strumento molto pratico e ci permette di sostenere tanti progetti senza gravare pesantemente sulle nostre tasche.

Grazie della vostra attenzione e del vostro impegno concreto :)

13 commenti:

  1. Fatto..pensa che me li aveva detto mio marito che lo aveva sentito in radio.ho visto che non c é il mio commento sul venerdi del libro.uffi..era anche lunghino...accc malediz..sto cell..buona settimana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Per i commmenti da mobile è un delirio, io spesso rinuncio :( mi spiace, grazie comunque di esser passata.

      Elimina
  2. Grazie a te per la segnalazione. fatto.

    RispondiElimina
  3. Avevo sentito già parlare di dynamo camp, iniziativa meravigliosa ed utilissima. Non c'è nulla da aggiungere a quel che tu hai come sempre così ben scritto, perciò mi limiterò a condividere su facebook. Grazie.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  4. L'SMS l'avevo mandato ma poi non ho approfondito, quindi grazie grazie per avermi ricordato l'iniziativa. Mi sono segnata il numero per il 5X1000 e scaricata il Menù dell'ambasciatore, questa è un'iniziativa che mi piace davvero tanto perchè il gusto della "normalità" è quello che la malattia ti toglie e qui si danno davvero da fare per restituirlo ai bambini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marzia, anche a me sembra una gran bella iniziativa. Poi li ho sentiti dire nelle interviste che volevano impegnarsi a favore delle piccole associazioni (malattie rare, ecc), sono ben organizzati e possono concretamente fare molto, quindi mi sembra importante apoggiarli. Mi fa piacere sapere che anche tu lo farai. :)

      Elimina
  5. :-O anche io ascolto la stessa radio da tantissimo tempo, forse in orari diversi da te e non ho sentito parlare di questo progetto: mai! Ammetto la mia ignoranza ma ho già rimediato inviando il mio sms. Mi piace moltissimo il tuo post: hai messo in luce degli aspetti pratici ma importantissimi della vita di un bimbo malato e la propria famiglia. GRAZIE! Mi hai fatto scoprire, e continui a farlo, tanti bellissimi progetti! Clau

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia :)
      Spesso io ascolto i podcast prima di addormentarmi e seguo il blog del "capo" ;) quindi in realtà più o meno resto aggiornata anche su cosa non riesco ad ascoltare scorrendo i titoli dei podcast. Questa radio storicamente appoggia spesso cause solidali e prima verificano in prima persona, cosa molto importante. A te devo la conoscenza di Famiglie SMA e tante blogger impegnate nel sociale, è un piacevole scambio :)

      Elimina
  6. E' un progetto che non conoscevo ma che grazie a te ora ho potuto aiutare nel mio piccolo con un bell'sms :-)
    Leggere questo tuo post è stato bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Maris :)
      baci per i tuoi cuccioli e un abbraccio a te!

      Elimina

Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
Commenti anonimi momentaneamente sospesi causa spam. Per i commenti ai post più datati c'è la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...