mercoledì 20 giugno 2012

Dessert al cucchiaio fresco ai frutti di bosco

Ieri ho invitato la mia famiglia per una cena speciale, abbiamo festeggiato il compleanno di mia sorella, il mio, e dato alla piccola eSSe modo di fare la "festa tutti assieme" che al suo compleanno era saltata per malanni vari. E' stata anche occasione di inaugurare di nuovo casa dopo la ristrutturazione. Ho cucinanto per un esercito, ça va sans dire! Sono distrutta, ma sinceramente felice! E' stata una gran bella serata.

Oggi voglio mostrarvi uno dei dolci, un dessert al cucchiaio ai frutti di bosco.



Ingredienti:
50 gr di riso bianco;
500 gr di acqua;
250 cc di succo e polpa di mirtillo nero;
250 cc di succo e polpa di lampone;
1,5 cucchiaini di agar agar in polvere;
50 gr di zucchero di canna integrale (o più, o si puà omettere, a seconda del vostro gusto e della frutta usata);
vaniglia per profumare.

Sostituzioni:

50 gr di riso; 500 gr di acqua; =>
500 cc di latte di riso;

250 cc di succo e polpa di mirtillo nero; 250 cc di succo e polpa di lampone; =>
500 cc di frullato di frutta di stagione o di succo e polpa di frutta.
Io avevo in casa questi succhi buonissimi presi in una gita in montagna da un produttore locale e aspettavo una degna occasione per usarli.

Come si procede:
Pesate il padellino vuoto, prendendo nota della tara, quindi aggiungere riso e acqua. Far stracuocere il riso (5/10 min oltre il tempo di cottura indicato saranno sufficienti) in mezzo litro di acqua con un pezzettino di stecca di vaniglia. Sminuzzate bene il riso (dopo aver tolto la stecca di vaniglia) con un frullatore a immersione in un contenitore alto (attenzione all'effetto onda ;) ). Prendete un bicchiere e sciogliete in un paio di cucchiai di acqua l'agar agar mescolandolo molto bene. Tenendo conto della tara precedentemente memorizzata aggiungere acqua fino a riottenere 500 grammi circa (mezzo litro di latte). Potete anche andare a occhio memorizzando il livello del liquido nel padellino (io faccio così ;) del resto quella bella riga che si forma ci aiuta, no?).  Aggiungete ora l'agar agar sciolto e mescolate mescolata mescolate, a fuoco vivo. In pochi attimi vedrete un inizio di bollore, abbassate il fouco, da quel momento contate 3 minuti, sempre mescolando, e poi spegnete.

A questo punto aggiungete i succhi di frutta, amalgamate bene, assaggiate, se vi pare poco dolce aggiungete dello zucchero di canna, 2 o 3 cucchiaii (50/75 grammi) potranno bastare, riassaggiate e regolate gli ingredienti di conseguenza. Nel mio caso non ho aggiunto nulla: i succhi che ho usato erano al 20% dolcificati con zucchero di canna, per cui

Mettete in un bello stampo per budino e lasciate riposare finchè sarà freddo, poi spostate in frigo per 4 o 5 ore. Più riposa, più verrà bene. Io l'ho fatto dopo pranzo per la sera.

Difficilmente catalogabile facendo parte dei miei esperimenti di "dolci senza", che si presenta, devo dire molto bene - perdonatemi per questo autogiudizio compiaciuto, più per il risultato che per il mio intervento -, come una bella gelatina di frutta perfettamente solida, che si può realizzare in pochi minuti con davvero pochissimi ingredienti, tutti molto sani :), e ampio margine di personalizzazione, a seconda dell'occasione. Ho già in mente una versione col frullato...

Calorie poche, perfetto per quando si ha poco tempo ma si vuole presentare qualcosa di ricercato, ma anche - perchè no? - per una merenda fresca e golosa.

PS: Ho pochissime foto delle pietanze: ero sola e gli invitati affamati e curiosi!
Questa è l'unica fetta rimasta! :)



8 commenti:

  1. Complimenti, è venuto benissimo! Dove l'hai trovato quello stampo? Mi segno la ricetta per quando avrò voglia di un dolce fresco e veloce!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Lo stampo fa moltissimo, è di quelli in silicone professionali, me lo ha regalato un Natale mia mamma, è davvero molto particolare e bello. Li trovi nei negozi di casalinghi ben forniti. Una caratteristica da tenere presente per distinguere quelli professionali è che abbiano un "risvolto" in cima dove è inserito un cerchio amovibile che rende molto più stabile lo stampo (e più facile il nostro lavoro).

      Elimina
  2. che eleganza!
    oltre ad essere sicuramente buono è davvero bellissimo.
    brava come sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica, gentile come sempre! :)

      Elimina
  3. Beh con questo caldo direi che questa gelatina ai mirtilli e frutti di bosco ci sta tutta :)
    Bellissimo lo stampo in cui l'hai messa a raffreddare!!!
    Peccato per le poco foto ma se gli invitati erano affamati e hanno mangiato tutto, vuol dire che era tutto buonissimo e non c'era tempo di fare foto! ;)
    Ma non avevo dubbi... ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Anche a me piace molto quelllo stampo, l'ho usato in un paio di occasioni e devo dire che fa il 50% del dolce ;)
      mia mamma è molto brava a trovare cose particolari (e sa che mi piace tanto cucinare).
      Sì pochissime foto, anche io l'ho preso come un successo della serata :)
      Sei gentilissima! ciao!

      Elimina
  4. Risposte
    1. secondo me ti piace e ti inventerai una variante golosissima ;) ciao!

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...