venerdì 17 agosto 2012

Libri: guide curiose per ragazzini curiosi

Carissimi amici del Venerdì del libro, oggi parliamo di un libro che ho visto in una libreria americana e mi ha colpita, anche perchè era in uno scaffale intitolato "cose interessanti di cui i ragazzi dovrebbero venire a conoscenza!".

Not for parentsThe Travel Book (North American Edition) di Lonely Planet

Il target è quello dei pre-adolescenti suppongo, ma è un libro abbastanza curioso anche per un adulto.
Ci sono schede per ogni Paese, contengono curiosità a misura di ragazzino e danno un'idea di come un giovane americano possa vedere il mondo.



Cool stuff to know about every country in the world. Everyone knows which is the world’s highest mountain, but do you know which country banned chewing gum? Or what’s the world’s stinkiest fruit? Or who invented roller skates? Or which building leans more than the Leaning Tower of Pisa? Or where can you eat fried spiders as a snack?
Inutile dirvi che sono corsa a vedere la scheda italiana.
C'era tutto quello che mi aspettavo: in due pagine si elencano tutte le informazioni più note agli adulti; ciao si spiega essere il saluto più popolare, il gelato il must immancabile in fatto di cibo tipico, con tanto di storia e ovviamente curiosità turistiche in una sintesi direi soddisfacente per le due facciate che ogni Stato si vede dedicate.
Rassicurata sono corsa a sfogliare la pagina dell'Iran e molte altre, ho finto di essere una ragazzina di 12 anni e ho sognato un po' di andare dove non sono mai stata (no, in Iran non andrei ora come ora, ma avevo in mente un altro libro in quel momento, "Leggere Lolita a Teheran" e volevo immedesimarmi in un punto di vista ingenuo).

E' bello poter vedere il mondo con gli occhi di una persona che inizia ad avere una certa coscienza ma ancora è ignara di molte delle realtà del mondo. Al contempo è interessante capire cosa ai nostri figli potrà (la mia ha solo 4 anni) interessare del viaggiare entrati nella fase in cui sono consapevoli del relativismo culturale.


Gli altri Venerdì del libro sul mio blog sono qui.
Qui
 potrete trovare quelli di Homemademamma che ha avuto questa meravigliosa idea, l'elenco dei blog che aderiscono all'iniziativa e le istruzioni per partecipare.
E non dimenticate la "nostra" biblioteca su aNobii.

Informazione di servizio: questo è un post programmato, siamo attualmente scollegati dal mondo, risponderò ai vostri commenti al mio ritorno. Se Paola non è in vacanza e qualche anima generosa che passa dal mio blog volesse segnalarle la nostra partecipazione alla sua iniziativa gliene sarò grata.


A presto!

7 commenti:

  1. Bellissimo libro. In assoluto, come guida rapida per far innescare curiosità e voglia di viaggiare e confrontarti, ma anche per l'uso didattico che già ne vedo possibile: se fossi insegnante di inglese credo che lo userei per impostare lezioni di curiosità intellettuale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tu fossi l'insegnante, tornerei a scuola !!!!

      Elimina
  2. Molto bello, un modo per coinvolgere i ragazzi e farli partecipare attivamente al viaggio

    RispondiElimina
  3. Avevi letto questo articolo? http://www.corriere.it/esteri/12_agosto_15/le-guide-turistiche-coprono-i-tiranni-marco-del-corona_82f131e6-e6a9-11e1-aa6d-129c31caec0a.shtml

    RispondiElimina
  4. And so.... what’s the world’s stinkiest fruit?

    RispondiElimina
  5. Davvero particolare... i miei sono ancora un po' troppo piccini, però... me ne ricorderò a tempo debito!

    RispondiElimina
  6. Ganzo! Stuzzica la curiosità...non solo di piccoli, come dici tu! Bellino! :)

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...