lunedì 12 novembre 2012

Crema spalmabile al cioccolato e nocciole (la non nutella homemade!)

A sfatare due grandi luoghi comuni, che le cose buone facciano sempre male e che per cucinare ci voglia tanto tanto tempo, oggi vi presento le mie creme spalmabili al cacao! :)




Due versioni per preparare in pochi minuti creme molto golose eppure sane: provare per credere!
Versione uno:

Crema alle nocciole e cacao

Ingredienti: 

75 grammi di nocciole;
75 grammi di latte di riso;
25 grammi di uvette secche;
10-20 grammi di cacao in polvere amaro fair trade;
un filo di olio di oliva leggero o di girasole bio;
1 cucchiaio (o quanto al vostro gusto paia giusto aggiungere) di succo concentrato di datteri, o di succo di agave, o di malto bio di riso

Preparazione: 

Incredibilmente è sufficiente sminuzzare le nocciole, e a parte le uvette, aggiungere il cacao, e poi il latte poco alla volta mescolando. Assaggiare e aggiustare il sapore dolce con uno dei dolcificanti naturali che avete in caso. Se proprio siete amanti dello zucchero, che sappiamo esser poco interessante perchè non apporta valori nutritivi ma è un ingrediente molto raffinato, con quello di canna integrale in modica quantità otterrete un buon risultato. Un goccino (ino!) di olio d'oliva (o di girasole) migliora la consistenza e la conservabilità, ma si può omettere.

Versione due:

Crema alle nocciole, mandorle e cacao, speziata

Ingredienti: 

25 grammi di nocciole;
50 grammi di mandorle;
75 grammi di latte di riso;
25 grammi di uvette secche;
10-20 grammi di cacao in polvere amaro fair trade;
un filo di olio di oliva leggero o di girasole bio;
1 cucchiaio (o quanto al vostro gusto paia giusto aggiungere) di succo concentrato di datteri, o di succo di agave, o di malto bio di riso
spezie: a piacere, io ho usato cannella e vaniglia in piccole dosi

Preparazione: 

Vedi sopra, aggiungere le spezie all'inizio, mentre si mescolano gli ingredienti solidi con quelli liquidi.

Versione 3: solo mandorle, buona comunque, il gusto è meno vicino alla classica crema di cioccolato ma mi è piaciuta e funziona molto bene nelle crepes.

Posso solo aggiungere quache nota tecnica:

- più è potente il vostro robot, piccolo o grande che sia (io ne uso uno minuscolo in dotazione al frullatore ad immersione perchè è pratico, comodo da usare e occupa poco spazio), meglio verrà la crema, ma anche con una consistenza grossolana della farina di nocciole o mandorle la crema ha il suo perchè :)


- se amate le creme con intenso sapore di cacao, usate il cacao amaro e arrivate anche a 20 grammi, se invece le preferite più dolci mettetene solo 10. Noterete che le mie due creme hanno colore diverso, non dipende solo dal tipo di frutta secca ma principalmente dalla percentuale di cacao aggiunta.

- se vi sembra liquida fatele fare un passaggio in frigo: vi stupirete di quanto invece sia "giusta così". 

- se vi piacciono le creme speziate sappiate che questa crema con una presa di cannella e/o una punta di vaniglia viene da fine del mondo...

- se vi state chiedendo: perchè le uvette? per ridurre gli zuccheri aggiunti. Ogni volta che posso e l'armonia di una ricetta non è compromessa uso quelli della frutta.


Tutto qui? Sì :)
Anzi no: assaggiate e sappiatemi dire!



Credits: grazie alle amiche di Depuriamo per lo spunto e i tanti stimoli
e a Paola che mi ha fatto rompere gli indugi, questo post era in bozze da un bel po'... 

42 commenti:

  1. Addio dieta! Mannaggia :-D
    Un bacione e grazie per questa splendida ricetta!
    Paola HMM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      grazie!
      ...però se passa Tamara sentiti in colpa perchè le avevo promesso niente ricette di dolci per un po' per solidarietà con la sua dieta :)
      ma la prossima ricetta sarà salata e ipocalorica promesso :)
      ciao!

      Elimina
    2. Ok, aspetto anche quella salata e ipocalorica... intanto mi segno questa ;)

      ... la vedrei bene anche sulle tue famose crepes... che un giorno verrò ad assaggiare ;)

      Elimina
  2. a ecco le aspettavo dalla menzione sull'altro post queste due creme e devo dire sono splendide, sicuramente da fare.
    una domanda: per quanto tempo si conservano?
    grazie mille.
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) grazie!
      me lo sono chiesto snche io: ad oggi ho prodotto tre barattolini e al massimo sono rimasti in frigo per un paio di settimane.
      industrialmente mettono tanto olio immagino per conservarle a lungo
      altro non so dirti, ma se l'articolo di Depiriamo diceva che sono ottimi regali di Natale forse anche con meno grassi si conserva, almeno chiusa.

      Elimina
  3. Anche io ne ho appena fatta (e rifatta!) una, è davvero semplicissima e deliziosa! Ma mi ha ingolosito molto la tua seconda ricetta, prima di bruciarmi tutte le nocciole gentilmente fornite dall'albero della mia fidata zia, voglio assolutamente provarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello!!! mi fa piacere che molti autoproducano queste golosità :)

      Elimina
  4. Fantastiche, a queste non resisto! Proverò anche le tue versioni, io ne preparo una pure con gli anacardi che però acquisto molto meno rispetto a mandorle e nocciole. La consistenza "casereccia" e granulosa non disturba per niente neppure i bambini. A parte il fatto che sono un po' ipercaloriche (ma abbiamo la scusa che la frutta secca è indispensabile!) non ci sono controindicazioni e si tratta di alternative accettabili e salutari a quelle che si trovano in commercio, che a me tra l'altro neppure piacciono perchè troppo dolci. Bella l'idea di aggiungere le spezie. Io uso solo la vaniglia, con la cannella non l'ho mai preparata, la prossima volta preparerò la tua.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì hai ragione, ipercaloriche, però sai cosa ho notato? a me una fettina con su un cucchiaino basta, quelle industriali no, me le finivo a cucchiaiate anni fa prima di iniziare a esser consapevole di cosa mangiavo.

      Ce ne sono un paio di due marca bio che ha rallentato molto i miei esperimenti in questo senso perchè proprio buone, una ottima come gusto (ma non tutti gli ingredienti in linea con cosa penso io), l'altra ottima come ingredienti (salvo uno) e golosissima, alla cannella!

      La seconda te ne basta un velo e stop: appaga è buona sai che fa molto meno male delle altre.
      Valutazione: le cose buone appagano e non danno dipendenza, ne mangi naturalmente meno.

      Che in casa mia (mio marito l'ha trovata goloso a quando era a casa un cucchiaino ci scappava, lui è magro e sportivone, se la potrebbe permettere anche tutti i giorni) un barattolo come quello della foto duri 15 gg significa questo. :)

      Grazie della visita Michela è sempre bello chiaccherare con te.

      Elimina
  5. Anche io ne ho postata una super semplice poco tempo fa - adoro la cioccolata! - e ne ho già sperimentata un'altra con le mandorle (altro amore) che aspetto di testare di nuovo prima di postare...tu mi hai incuriosita tantissimo con l'uvetta...proverò!
    Tanto la mia ghiottoneria non teme confronti:-))
    Dolcissimo lunedì,
    a presto!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora più tard vengo a vederla :)
      L'uvetta è una scelta semplice e praticabile per dolcificare in modo più naturale. Io mi sto trovando molto bene, è da inizio estate che progressivamente provo questo metodo e ho persino dei biscotti con sola frutta in bozze, tra qualche ricetta salata ne riparliamo ;)

      Elimina
    2. Ti ho risposto sul mio blog.
      Sono molto interessata e curiosa per i biscotti, soprattutto se non usi l'uovo, al quale il mio piccolo è risultato allergico.
      A presto!
      :-

      Elimina
    3. Qui vai tranquilla: nessuna delle ricette pubblicate contiene uova :)

      Per la rispota te la do qui per non litigare ancora col captcha: nel link che ti ho lasciato ci sono link con tutte le istruzioni per toglierli. E lo spirito è sempre di condivisione e confronto :)

      Elimina
    4. Ho appena fatto la ricetta n. 1, usando 15 g di cacao e un cucchiaio di succo d'agave come dolcificante, più un goccino di olio di girasole bio: ottima! MI piace da matti!
      Credo che durerà poco...
      e le sperimenterò tutte!
      A presto!
      :-)

      Elimina
    5. Versione numero 2: yummy!!!
      Più delicata, ma mi dà più sazietà della prima.
      A presto!
      :-)

      Elimina
  6. Allora da qui a Natale mi prendo come obiettivo provarci, non so cosa combinerò ma ne vale davvero la pena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai Marzia! poi con le materie prime che hai tu, accidenti le nocciole del Piemonte sono le migliori di tutte! :)

      Elimina
    2. accidenti forse non ci stava, o forse è un po' di invidia, sempre buona :) (o sonno e stordimento?)

      Elimina
    3. Accidenti per le nocciole buone ci sta assolutamente ;)
      Avrei anche le noci dell'albero di mio papà, forse con il cacao non c'entrano niente ma già che provo ...

      Elimina
    4. Anche i miei hanno alberi di noci: quelli dei miei nonni! :) per quelli ti suggerisco il nocino, ogni anno rimando la pubblicazione ma abbiamo una ricetta di famiglia, si fa a giugno però!
      La noce è stupenda ma magari mettine poche per iniziare, ho paura diventi amaro. :) poi dimmi, eh! :)

      Elimina
  7. Goduria. Da provare il prima possibile, la scatola di cacao rossa mi ha riportato indietro con gli anni, era sempre presente nella nostra cucina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Kemate, sono contenta che qualcuno se ne sia accorto: in effetti è uno dei contenitori che mi sono fatta dare da mia mamma quando sono andata a vivere per mio conto, dopo tanti anni ancora ci trasferisco il cacao (ch è quello fair trade della seconda foto, ma vuoi mettere quanto è più bello il barattolo di latta che contiene anche tanti ricordi? :) )

      Elimina
  8. Giusto ieri sera ho citato queste tue ricette.
    Stavamo aiutando a preparare lanterne per un evento che tutti gli anni il 6 gennaio si tiene su un fiume per "festeggiare" il passaggio della Befana. In realtà i laboratori sono per i bambini ma garantisco valgono anche per gli adulti ;).
    Tornando alle creme: tutte le domeniche saranno invitati i bambini sul fiume e potranno sentire racconti sul mito della befana, aiutare a realizzare qualcosina e poi merenda per tutti. Qualcuno ha detto: quest'anno pane e nutella ma non quella industriale! Ecco che arrivo io con le tue ricette e adesso, una delle domeniche di dicembre, dovrò cimentarmi. Date le mie note capacità culinarie, io rischio un empasse, Cì!!!
    Aiuto.......

    alessandra

    Grazie per aver lasciato un commento al mio post sull'esperienza con la nostra scuola. e' d'aiuto sentire di essere capiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina :)
      e si può sapere dove è questo posto teatro di tutte queste belle iniziative? :) anche in privato.

      Cara Alessandra, credimi ci vuole pochissimo e ci vuole il tempo di mettere insieme gli ingredienti e un passaggio in frigo per rassordali e poi... è pronta! :)
      Però prima dovrai sacrificarti tu e fare un po' di prove, perchè specie i bimbi abituati a quella industriale cercano quel gusto dolce dolce all'inizio :) quindi dovrai stabilire quanti cucchiai di dolcificante ti/vi servono per il gusto adatto.

      E sul resto faccio il tifo!

      Elimina
  9. Ho cenato ma mi è tornata l'acquolina in bocca! Buoneeeeee!!! Piacere sono Princi, se ti va passa a conoscermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Princi, grazie della visita, verrò a trovarti.

      Elimina
  10. Risposte
    1. Grazie a te :)
      In cambio io ho fatto la tua carta con i fiori ma non sono ancora passata a dirtelo ;)

      Elimina
  11. Devo assolutamente provare: ho le nocciole del nostro nocciolo (piccoline, ma buonissime), le mandorle bio, il cacao bio fair trade, eccetera. Mi manca il tempo...
    Però do un suggerimento (e mi riprometto di provarlo io stessa non appena mi cimenterò con creme al cacao home made): provare a mettere il cardamomo al posto della cannella. Col cioccolato ci sta benissimo (provato nei tartufi al cioccolato che in famiglia "evaporano" in 2 minuti!!!)
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, grazie per la visita ed il commento!
      Ottimo suggerimento, io lo amo moltissimo e ne ho sempre una scorta, entra nell'elenco delle prossime prove da fare :)
      A presto!

      Elimina
  12. Risposte
    1. Si vince facile col cioccolato eh eh ;)

      Elimina
  13. Ciao!Complimenti per il blog!
    Se ti va passa da me, ti lascio il link!
    http://chiarassweets.blogspot.it/
    Un forte abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Eccola qua, gustosa mi fa venire l'acquolina in bocca!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova e vedrai :) personalizzabilissima e sempre buona!

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...