venerdì 15 febbraio 2013

La mia casa dei sogni


Questo mese i blogger partecipanti alla Staffetta dei blog si ritrovano per raccontare la propria casa ideale, non una casa qualsiasi

Quando ancora non avevo una casa mia avrei affermato, senza incertezze, che la mia casa ideale si sarebbe sicuramente trovata in una città sul mare, sarebbe stata sicuramente all'ultimo piano, avrebbe avuto un ampio terrazzo pieno di piante, sarebbe stata piena di libri e con un arredamento chiarissimo, elegante e curato nei dettagli, e magari abitata da un paio di gatti, questi i tratti essenziali.

Sulla metratura, invece, non ho mai avuto grandi pretese, preferisco le case raccolte (perché diciamolo: quelle molto grandi sono impegnative, soprattutto qualcuno le deve anche pulire), però certo parlando di sogni non avrei disdegnato un castello come quelli della Loira, o una di quelle belle case in legno che si vedono nei telefiml americani, o, perchè no, un compromesso tra i due ;)

Case vista Oceano ad Half Moon bay, California
Case vista Oceano ad Half Moon bay, California

 
Oggi ho una casa che amo molto, su due livelli, all'ultimo piano, con un grande terrazzo, con un arredamento che mi rappresenta e (stra)piena di libri: sono stata fedele a me stessa per molti aspetti, non mi posso lamentare. La vista mare purtroppo me la posso concedere solo in vacanza, ma in fondo è bello conservare dei sogni, e chi può sapere in futuro che accadrà?

Vista mare, Liguria
Vista mare, Liguria

Abitiamo da ormai 13 anni nella nostra adorata casetta, è cresciuta con noi ed è una realtà che ospita tanti sogni realizzati. Quando l'abbiamo comprata avevo un lavoro precario, un fidanzato storico e la tesi da finire, ma ero ottimista: in qualche modo mi sarei inventata un modo per pagare la mia quota di mutuo, era tempo di prendere il volo. Anche se non avevo molta esperienza, le sensazioni mi guidavano e dopo aver scartato molte case, quando ho visto lei mi è piaciuta subito. Mi colpirono il terrazzo grande, la luce che entrava negli ambienti, gli uccellini che cinguettavano tra gli alberi del quartiere. Era primavera e sembrava tutto perfetto per diventare il nostro nido, anche con le perplessità da grande passo, era lei, almeno per iniziare.



Ricordo l'allegria e la felicità dei primi tempi, i pomeriggi del sabato ad acquistare stoviglie e utensili, e scegliere gli arredi un po' alla volta, in fondo l'essenziale erano i sanitari e un letto, no? Ricordo quando mi sono innamorata di un certo divano disegnato dal mio architetto preferito e che quando ho realizzato che costava come il doppio del budget per arredare tutta la casa ho pensato che no, non se ne parlava. Ricordo che le noste prime sedute son state tutti mobili da giardino, economici e pratici, che poi avremmo riciclato sul terrazzo. Ricordo che anche se ho sempre amato i mobili di design in fondo non me ne fregava niente in quel momento: la mia casa sarebbe stata bellissima perchè ci avremmo vissuto noi e il resto sarebbe venuto col tempo, e se no pace! Ricordo che mio marito si prese una settimana di ferie per fare il pavimento della mansarda in legno e che ho dipinto più volte i muri di casa dopo aver girato per giorni con le palette dei colori per sceglierli. Ricordo i tanti mobli ikea montati negli anni, come l'arrivo di quelli fatti su misura, pian piano.

Non abbiamo più cambiato casa, siamo cambiati noi e abbiamo cambiato lei.
Ora siamo in tre, sono cresciute le piante sul terrazzo, e sono aumentate le librerie di casa, che non contengono più solo libri.



L'aver vissuto per qualche mese l'anno in altre case ci ha confermato che quel che serve è veramente poco più di un letto e un armadio dove riporre quanto c'è in una valigia. Così quando quattro anni fa abbiamo valutato di cambiarla e ricominciato il giro delle case ci siamo resi conto che lei era sempre la nostra preferita, e che lasciarla non era quello che volevamo davvero. Con l'aiuto di una persona amica, che per nostra fortuna è anche un meraviglioso architetto, l'abbiamo ristrutturata e trasformata perchè rispondesse alle esigenze mutate con l'arrivo della nostra bimba.
Ha saputo stupirci e, come un gatto, ci ha offerto una nuova vita.

E' la nostra base e ci siamo affezionati.
La casa in fondo sono le persone che l'abitano e noi qui ci stiamo proprio bene, ospiterà i nostri sogni ancora per un po', oggi è la nostra casa ideale.

E ora, andiamo a curiosare nelle case dei sogni degli altri blogger, eccoli:

1. simona elle - http://www.simonaelle.com/search/label/Staffetta%20tra%20blog
2. Persempremamma http://persempremamma.blogspot.it/search/label/dibloginblog
3. Fiori e vecchie pezze http://fiorievecchiepezze.wordpress.com/
4. Mamma & Donna http://www.mammaedonna.info
5. Casa Organizzata http://www.4blog.info/casaorganizzata
6. Federica MammaMoglieDonna http://www.mammamogliedonna.blogspot.it/
7. Micaela LeMCronache http://www.lemcronache.blogspot.it/
8. Elena Bendinelli http://gaia-racconta.blogspot.it/
9. Francesca Lancisi Watercolours http://www.francescalancisi.blogspot.it/
10. Passe-partout http://partoutml.blogspot.it/search?q=staffetta&max-results=20&by-date=true
11. Monica Viaggi e Baci: http://duemoritravelblog.com/
14. Cristina http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
15. CeciliaKi http://ckmystyle.blogspot.it
16. La Torre di Cotone http://www.latorredicotone.com
17. Sanzio e MOnica Tosihttp://monicc.wordpress.com/category/di-blog-in-blog/
18. La Diva delle Curve http://www.divadellecurve.com/search/label/staffetta
19. Before & After http://beforeandafterhs.blogspot.it/
20. mammerri www.mammerri.com
21.Quellocheunadonnadice http://quellocheunadonnadice.blogspot.it/
22.Vivere a piedi nudi http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
23. Il Pampano http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/
24. La bussola e il diario http://bussoladiario.com
25. Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.it/
26. Pattibum http://pattibum.wordpress.com
27. Design Therapy http://www.designtherapy.it/
28. Debora Uberti http://crescereduegemelli-debora.blogspot.it
29. The Family Company http://familyco.wordpress.com/
30. GeGe Mastucola: http://gegemastucola.wordpress.com/
31. Danila http://www.dispariepari.it/category/social/
32. I Viaggi dei Rospi http://www.iviaggideirospi.com
33. Amarcord Barcellona http://amarcordbarcellona.blogspot.com.es/
34. Mother of Two http://mammadisem.blogspot.it/
35. Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it
36. Diario magica avventura http://lamiadolcebambina.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20blog%20in%20blog
37. Illustrando Un Sogno http://silviomacca.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20in%20Blog%20-%20Staffetta
38. Samanta Giambarresi http://samantagiambarresi.wordpress.com/
39. Arianna http://www.conlemaninelsacher.blogspot.it/
40.Home-Trotter http://www.home-trotter.blogspot.it
41 http://www.ilsaporedelsole.it
42 Il Caffè delle Mamme http://www.ilcaffedellemamme.it
43 Le due coccinelle http://www.leduecoccinelle.it/
44. Mammamanager http://mammamanager.altervista.org
45. Ma la notte no! http://malanotteno.blogspot.it
46. GocceD'aria http://www.goccedaria.it/tag/goccedaria/staffetta%20blog.html
47. Idea Mamma http://www.ideamamma.it
48. Mammachecasa! http://mammachecasa.blogspot.co.uk/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog


Di blog in blog è una staffetta virtuale che coinvolge ogni mese decine e decine di blogger




Trovate qui tutti i miei post per la staffetta di blog in blog.
Arrivederci al prossimo appuntamento, ritroverete la staffetta ogni 15 del mese, con un nuovo tema!

20 commenti:

  1. Sono proprio d'accordo con te, la casa ideale sono le persone che l'abitano!

    RispondiElimina
  2. il tuo post è molto bello...la tua casa trasmette la vera sensazione di sentirsi a casa.
    sono al num 21 :)

    RispondiElimina
  3. Mi piace molto il pensiero che in casa ci siano anche sogni realizzati

    RispondiElimina
  4. Bello che la casa ideale coincida con la casa in cui si vive! Bravi! ;-)

    RispondiElimina
  5. Bellissimo, bellissimo bellissimo, Quanto amore nelle tue parole! Avete fatto la scelta migliore e vedo che anche tu hai il concetto che in fondo basta un letto (ma anche solo un materasso) e i sanitari. Come ho raccontato nel mio post, quando sono venuta in questa casa con mio marito, la nostra casa, c'era solo il WC e il letto... nemmeno il lavandino! Niente doccia perchè era ancora un cantiere!
    Ciao!

    RispondiElimina
  6. Concordo pienamente con te, post davvero ricco di emozioni. Complimenti!

    RispondiElimina
  7. Scopro adesso questa idea della staffetta della casa ideale, davvero carina! La tua casa sembra perfetta e la libreria è molto bella. In realtà siamo noi stessi la nostra casa. Mio marito ed io diciamo sempre che ovunque saremo, ci sarà bellezza, amore e felicità perchè ce li portiamo dentro di noi. Un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti! :)
    Sì, col tempo e le esperienze realizzi bene che in fondo ti basta davvero poco, meno di quanto magari hai sempre creduto. Crescendo si cambia :)

    RispondiElimina
  9. Che post ricco di ricordi, è bello che sia rimasta questa la vostra casa e sia cresciuta con voi e con le vostre nuove esigenze.
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Come dice mio marito: aveva del potenziale non sfruttato :) Ciao!

      Elimina
  10. Che bel post pieno di emozione e che bellissimo blog, mi sto perdendo tra le tue righe, mi piace molto!
    Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Valentina grazie, sei molto gentile! :)

      Elimina
  11. Uh, quante, non riuscirò a vederle tutte! Ma vedo che tu hai ripubblicato la foto della casa di Half Moon Bay!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu l'hai riconosciuta, ma in realtà è una foto diversa e son state scattate con anni di distanza, solo che ogni volta che ci torno quella casa mi attrae... (e preferisco quelle della tua città adottiva, magari quelle fuori dal Giardino Botanico, come stile, ma qui la vista è più interessante.

      Elimina
  12. Assolutamente d'accordo su tutto! Bravissimi e ftunati ad averla trovata!
    Bel post, mi ci ritrovo davvero :-)

    RispondiElimina
  13. E' bello leggere come la vostra vita venga modellata all'interno di una casa che amate :)

    RispondiElimina
  14. Il tuo racconto mi colpisce eispira particolaprmente in quetsi giorni, specialmente quando dici ...coraggio, non fartela sfuggire! Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Come potevo non commentare attivamente questo tuo post, quando sulla questione "casa" si è giocata tanta parte del mio 2012?! La mia casa ideale è su due livelli, con un giardino o un terrazzo verde (ma proprio perché preferisco il prato, nei sogni amerei il giardino) e con uno studiolo separato dal resto, che possa essere il luogo dove lavoro senza preoccuparmi di riprendere sempre da terra i libri che sto usando! Non la vorrei troppo grande, ma nemmeno troppo piccola, perché appunto i libri crescono sempre e vorrei poterli conservare tutti da me, e non, come ora, in almeno quattro luoghi differenti.
    Nella realtà, le due case importanti che ho avuto da quanto sono andata via da quella materna sono via dei Matti, quella che ho lasciato l'anno scorso, e viale dei Ciliegi, questa nuova. Via dei Matti era molto studio parigino, e corrispondeva alla fase della vita (dottoranda) in cui la presi. Bella, caotica, antica, priva di corridoi e spazi 'inutili', una grande cucina.
    Questa è l'opposto: ingresso tradizionale e corridoio (che ho imparato ad adorare!), cucina, piccola, spazi divisi. Mi piace molto soprattutto la luce che entra dalle finestre, filtrata dalle piante (il giardino c'è, anche se non è mio!). Spero di qui a un anno di potermi prendere una nuova casa mia, finalmente, non in affitto. E credo che vorrò che abbia alcune caratteristiche di questa qui!

    RispondiElimina
  16. Bellissimo post, ricco di emozioni

    RispondiElimina
  17. Grazie ancora a tutti per i commenti.

    @Jessica: e allora, coraggio non fartela sfuggire! :)
    @'povna: la mia casa era proprio così: sopra c'era il mio studio, a lungo una mansarda poco finita con i mobili smessi di amici e parenti ;), dove ho scritto la testi, principalmente di notte, ma anche sala delle feste nel week end, poi è diventata proprio un ufficio ..Ora c'è il mio nuovo mondo: cucina e salone con l'immensa libreria a parete della foto qui sopra, mentre sotto è una grande area notte con una zona studio condivisa (e altre 3 librerie più piccole). Le case possono cambiare ma devono restare tagliate addosso a chi le abita :)
    Anche a me sarebbe piaciuto il giardino, come l'avevano le mie nonne (quanto erano buone la carote dell'orto appena tirate fuori dalla terra?), ma vivrei terrorizata, anche se a casa mia, all'ultimo piano ho già avuto i ladri due volte :(.

    Ti auguro di trovarla presto, esattamente come la vuoi, con tanto spazio per i tuoi amati libri e per tutti i tuoi mondi.
    Quando l'ho presa io erano tempi migliori, abbiamo anche già finito il mutuo, e uno dei motivi per cui non abbiamo cambiata, molto onestamente, è che l'idea di averne uno nuovo che sarebbe stato pesantissimo non valeva spazi più ampi e la fatica di evitarci la ristrutturazione in una casa in una casa che si abita, a posteriori ne sono sempre più contenta, anche se forse non è l'ultima ristrutturazione che faremo.

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...