lunedì 4 febbraio 2013

Insalata di cavolfiore viola

Ho subito adorato il cavolfiore viola, per il colore, ma anche per il sapore. Qui non è facile da trovare, così quando finalmente ne ho avuto uno in cucina ho approfittato!
Vi ho già mostrato un primo con questo meraviglioso ortaggio, oggi invece voglio proporvi un'insalatina croccante e colorata, che è buona anche quando fuori fa freddo perchè è comunque sostanziosa e tanto tanto salutare!

Guardate come è invitante:




Ingredienti:
(per porzione, per vostra comodità)

alcune cimette di cavolfiore viola fresco, biologico o di provenienza certa (come tutte le volte che consumiamo verdura cruda, è decisamente importante che non sia stata trattata);
due cucchiai di ceci lessati (con alga kombu, in precedenza per poter comporre l'insalata in fretta);
il succo di mezzo arancio rosso;
1 cucchiaino di capperi sotto aceto, meglio quelli più piccoli;
fiori secchi per il condimento: achillea e malva (in erboristeria o dagli speziali più forniti), roselline rosa (in commercio trovate facilmente quelle del Marocco, in erboristeria, nei mercatini delle spezie, ma anche al supermercato);
una macinata di coriandolo;
una macinata di sale integrale;
olio EVO QB.

Preparazione.

Con l'aiuto di una mandolina tagliare finissimamente la parte superiore dei fiori di cavolo viola e metterli a marinare con il succo di arancia una decina di minuti; scolare intanto bene i ceci e metterli nell'insalatiera di servizio, insieme ai capperi e quando saranno pronti anche i cavolfiori con tutto il sugo residuo, un filo d'olio, i fiori secchi e le spezie. Girare bene ed assaggiare: se ne sentite la necessità aggiustare di sale (e/o pepe).

Sapori diversi si mescolano in un insieme armonico, verdura e frutta di stagione donano un tocco invernale a questa insalata decisamente completa, per la presenza di legumi cotti, e ma che rimanda anche un po' all'estate con quel tocco fiorito nel condimento, che conferisce una nota prevalente decisamente dolce, ma non stucchevole perchè compensato dall'acidità dei capperi e dal coriandolo. Se vi piacciono i sapori piccanti potrete aggiungere anche del pepe multicolore, o nero; se la volete più croccante sarà perfetto e molto decorativo qualche ciuffo di carota tagliato col pelapatate. 

Un modo inusuale per mangiare quote extra di verdura cruda e colorare le nostre tavole immaginandosi in un campo di fiori primaverile... Oggi c'è il sole, pare affacciarsi davvero!



Con questo post partecipo a:

...e se la ricetta vi è piaciuta votatemi! :) Basta cliccare like sulla mia ricetta su Laboratorioveg
Buona giornata!

22 commenti:

  1. Cavolfiore rosso e strettamente bio pronto nel mio frigo (veramente tutta la mia frutta e verdura sono bio...) ceci da ammollare questa sera, ok.
    Capperi piccoli di Pantelleria pronti all'appello. Mi mancano i fiori e non posso uscire, vista l'influenza di Mati.... ne farò a meno? O cambia molto il sapore?
    Baci e grazie per questa ricetta spiziosa e molto originale.
    Elli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti invidio :) qui io non lo trovo (questo l'avevo preso in una gita parecchio lontano da casa). No, non sono fondamentali, danno una nota marcatamente dolce ma già col succo d'arancia la ottieni.
      Grazie!

      Elimina
  2. Resto incantata davanti ai colori delle tue pietanze...bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maris, gentilissima! per me si mangia prima con gli occhi e io le pietanze le amo belle vivaci, quindi per me il fattore colore è fondamentale! :) baci!

      Elimina
  3. meravigliosi colori e abbinamenti ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, anche il tuo cardo è bellissimo! :)

      Elimina
  4. sarebbero da guardare queste ricette......
    Il cavolo viola mi affascina, l'ho visto in un'altra tua ricetta. Peccato non riesca a trovarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è così: io non lo trovo dalle nostre parti. Ma voglio capire dove si coltiva vicino perchè è molto buono. Comunque anche quelli verdi romani sono stupendi, quelli si trovano, il gusto è più vicino a quelli che a quelli bianchi comuni.

      Elimina
  5. Vero, le tue ricette sono altamente fotogeniche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia! :)
      In effetti io prima le immagino e poi le cucino...

      Elimina
  6. Un bellissimo piatto. Mi piacerebbe tantissimo assaggiare il cavolfiore viola, ma ancora non l'ho mai trovato visto che non è delle mie parti... Ma ogni ricetta con questo ortaggio ha sempre quel qualcosa in più.
    Un mix di profumi e sapori molto interessanti ed un ottimo modo per mangiare verdura cruda che fa tanto bene ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io l'assaggiavo per la prima volta dopo averlo ammirato a lungo in fotografia! Ti auguro di poterlo assaggiare prima o poi e son sicura che tu fai come me: quando vai in gita/vacanza punti dritta al mercato o da un verduraio! ;)

      Elimina
    2. ovviamente GRAZIE!!!

      Elimina
  7. Adoro il cavolfiore viola... anch'io lo trovo raramente, e come te cerco di mangiarlo senza stressarlo troppo!!! quest'insalatina è moltoooo invitante!!!! mi piace l'abbinamento di sapori e di colori :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Felicia, e ved che siamo tutte fan del cavolfiore e dei piatti colorati e freschi, mi fa sinceramente piacere :)

      Elimina
  8. Il cavolfiore viola piace moltissimo anche a me (mi sa che te l'avevo già detto) e tutte le volte che lo trovo nelle verdure del Gas è una bellezza! Questa ricetta mi ispira molto: ceci e appunto cavolo sono tra i miei piatti preferiti, e mi piace l'idea di promuoverli da contorni a piatto principale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      prova appena te ne arriva uno sotto mano, sono sicura che ti piacerà!

      Elimina
  9. La foto e' veramente invitante....ma mi mancano proprio le basi....che cosa e' quella alga che citi? È perché farla cuocere con i ceci??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Moonlitgirl, in genere lo linko, grazie per avermi fatto notare che non devo dare nulla per scontato. :) in effeti io le alghe le cucino da un paio d'anni in tutto! :D
      Ecco allora "tutto sulle alghe" compreso Q&A http://ilmondodici.blogspot.it/2012/09/minestra-dellatlantico.html
      la risposta alla tua domanda è là.

      Elimina
    2. Grazie!!! Vado a leggerla!!!

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...