lunedì 13 maggio 2013

Fragole per la colazione ideale

Sabato ho visto degli amici molto cari, con cui ho condiviso il percorso universitario e anche il diventare genitori, purtroppo non abitiamo vicini e con i bimbi è diventato più complicato e raro vedersi, ma ogni volta è sempre interessante confrontarci - siamo un gruppo abbastanza eterogeneo - e ri-conoscerci, pur essendo amici da 20 anni. 

Una cosa che mi ha colpito e che non mi aspettavo è stato constatare l'interesse per la mia cucina, una filosofia di vita oltre che un modo di preparare pietanze, un percorso che mi ha portato ad approfondire il nostro rapporto con il cibo, ad imparare a scegliere quello più sano e meno snaturato, a rinnovare la tavola continuamente seguendo la stagionalità, attingendo dalle altre culture, sperimentando con ingredienti e tecniche diversi. E preziosissime sono state le domande, quelle che a me, da blogger, interessano tanto per capire come questo spazio possa avere un valore, un senso, una condivisione di uno dei tanti percorsi possibili che magari potrebbe intersecare o interessare qualcuno che mi legge.

E quindi partiamo da: con cosa fate colazione? come sostituite la tazza di latte o lo yogurt? 

Le colazioni da noi variano molto con le stagioni, le esigenze e il tempo a disposizione, la voglia di coccolarsi, bisogno di energie, o di allegria.  Sono comunque un pasto importante, uno dei più curati e preparati con attenzione perchè deve aiutarci a partire bene e dare energie a rilascio lento (per questo contiene molti cereali integrali e non zuccheri raffinati).
La nostra colazione media è più o meno così:
 
 


Latte per noi oggi significa latte vegetale, lo usiamo occasionalmente e ho imparato ad autoprodurlo, così se a mia figlia va di accompagnare la colazione con un "latte rosa" (come quello che prendono Charlie e Lola, ovvero con l'aggiunta di un po' di fragole frullate in stagione o di tisana ai frutti rossi, dolcificata con un po' di concentrato di dattero, nel resto dell'anno) o una tazza di cioccolata calda in genere preferisco quello di riso (il più facile, leggero, versatile e veloce da preparare). Vi consiglio di leggere questo  approfondimento sul perchè è comunque meglio non esagerare con latte e latticini. Ormai lo dicono anche ad Harward

Lo yogurt invece è un alimento che mangiamo quotidianamente, si inizia la giornata con uno yogurt o una mousse e un pieno di cereali e muesli.
Nella maggior parte dei casi è yogurt di soia bio, che ho altresì imparato ad autoprodurre, spesso è una mousse con frutta e latte di riso o di soia - come quelle che vedrete oggi -, qualche (rara) volta per mia figlia è ancora yogurt naturale di latte vaccino, specie quando sono in giro (io mi posso organizzare in extremis e cambiare abitudini, ma lei è ancora piccola).

Uno dei motivi per cui è utile imparare a fare lo yogurt da soli è aver certezza della bontà dei suoi ingredienti. Sapevato che in molti yogurt industriali sono presenti le famigerate "gelatine alimentari"? Verificate sempre gli ingredienti: per un buono yogurt sono sufficienti e necessari latte (vaccino o di soia) bio, fermenti lattici (Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus), ed eventualmente frutta! Se sono pieni di zuccheri raffinati aggiunti, spesso mascherati come maltodestrine, gelatine, conservanti, coloranti, magari cercatene uno diverso o fatevi una bella mousse in casa!

Oggi voglio declinare la risposta primaverile con le nostre amiche fragole, e ve lo racconto per immagini:


Mousse di fragole e mele

Mousse di fragole con latte di riso aggiunto a raso (se vi piace l'effetto marmorizzato)

Mousse di fragole con yogurt di soia autoprodotto

frullato di fragole con muesli

Yogurt alla vaniglia di soia con fragole e cereali integrali



La mousse è semplicemente fatta con fragole non trattate (e/o altra frutta di stagione, ovviamente!) e una mezza mela per porzione. La mela da corpo alla mousse e fa sì che si possa preparare anche la sera prima o per due giorni di fila e risparmiare tempo al mattino, oltre ad essere un toccasana e buonissima. :)

A volte aggiungo latte di riso, sia mentre frullo, sia a raso, se voglio giocare con i colori.

A volte aggiungo yogurt di soia.

A volte aggiungo un mix acquoso fatto da un po' di yogurt di soia e di latte di riso (volendo si potrebbero aggiungere i fermenti che si comprano per fare lo yogurt nel "budino" a base di latte di riso). Uno yogurt in senso vero e proprio, ci spiegava Annalisa, viene solo con il latte di soia, per cui per variare i cereali io alterno le colazioni in questo modo.

Mi sono ripromessa di fare esperimenti anche con altri cereali ma devo impratichirmi con le nuove autoproduzioni, se viene qualcosa di interessante ve ne parlerò!

Sulla colazione ideale specie dei più piccoli vi segnalo questo video del prof. Berrino


Con questo post partecipo a:

La raccolta della Cucina della Capra, 100% vegetal monday una bellissima iniziativa che suggerisce a tutti gli onnivori di provare a cucinare un giorno alla settimana 100% vegetale per il benessere del nostro corpo e del nostro pianeta.






Visitate il blog della Cucina della Capra e scoprite come declinare il vostro menù in modo leggero, etico, salutare!



Salutiamoci che


prende spunto dal lavoro del prof. Franco Berrino dell'Istituto dei Tumori di Milano e dalle linee guida sue e dello chef Giovanni Allegro, insegnante alla scuola di cucina di Cascina Rosa che si occupa di prevenzione tramite l’alimentazione
Salutiamoci
Volete partecipare anche a voi?

Tutti possono partecipare a Salutiamoci, blogger e non: queste le regole del gioco
E' sufficiente consultare questa tabella a tre colonne con gli alimenti consentiti, vietati e non consigliati

Sul blog di Salutiamoci si possono approfondire le basi scientifiche dell'iniziativa, controllare il calendario degli ingredienti del mese, e scaricare le raccolte dei mesi precedenti.

Le fragole sono ospitatate per il mese di maggio da RicetteVeg.com di Nicole Provenzali


Tutti i miei post per Salutiamoci
Tutte le mie ricette con le fragole



...e intanto, quatte quatte, le mie fragole maturano :) e ospitano pure erbe spontanee che non mancheremo di utilizzare!






6 commenti:

  1. Mamma mia che colazione golosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Grazie!
      La primavera è generosa...

      Elimina
  2. e noi? cambiamo colazione! :) aggiunta subito ai link! :*

    RispondiElimina
  3. Bellissima! Anche io ho rivoluzionato la mia colazione ormai da circa un anno e mezzo. A un piatto di muesli con aggiunta di frutta, fresca di stagione e secca, a volte con un po' di yogurt bianco, a volte no, affianco un piatto di verdure (crude o cotte). Qualche volta per motivi di tempo mi capita di dover ricorrere alla colazione "tradizionale", cioè a base di cappuccino (di soia) e un dolcetto di pasta frolla (mai cornetto, però) al bar, ma ho scoperto che si deve trattare davvero di eccezioni, perché bastano pochi giorni a settimana e la bilancia mostra subito che qualcosa non va, è incredibile! Concordo sull'importanza della colazione, per me cambiarla ha rappresentato davvero una svolta (quei tre/quattro chili di troppo non sono tornati più, tra l'altro) ma soprattutto, sperimentare e variare è davvero divertente! Grazie per i consigli!

    RispondiElimina
  4. Ciao Paola, ben ritrovata! :) Che belle colazioni! Mi fa piacere conoscere questo tuo percorso, grazie a te per averlo condiviso. Spero di rileggerti prima o poi, anche se capisco benissimo che infilare la gestione di un blog nella vita non è facile... Fortuna c'è l'archivio :) Un abbraccio.

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...