venerdì 10 gennaio 2014

Libri: sera d'inverno

Carissimi amici del Venerdì del libro,    
anche oggi vi consiglio un libro della biblioteca scolastica, scelto dalla piccola eSSe, il primo libro preso in prestito nel 2014 ma soprattutto un piccolo capolavoro!

 Sera d'inverno di Jorge Lujan,
illustrato da Mandana Sadat, tradutto da A. Dal Gobbo. 

Questo libro è semplicemente meraviglioso. 
Sulle prime non lo realizzi: poche immagini, pochissime parole, ma è guardando i piccoli particolari, quei dettagli probabilmente studiati per piccoli occhi e piccole mani, cogliendo una comunicazione multilivello che fa procedere in modo autonomo la narrazione per testi e per immagini, che lo scopri.



eSSe è tornata a casa martedì con il suo trofeo "mamma ho preso un libro bellissimo!!! A scuola l'ho già sfogliato all'intervallo e ora voglio rileggerlo con te", e poi tutta fiera: "è in stampatello minuscolo, ma io riesco a leggerlo tutto da sola!" non è il primo libro in stampatello minuscolo che porta a casa, stava *studiando* già da un po' i caratteri minuscoli, ma è la prima volta che mi dice: "Anzi te lo leggo io!". 
 Che emozione, credetemi!



Dopo alcune pagine si è stancata, alcuni suoni sono ancora un mistero (c dolce o dura, sc o sch, gl, e tanti altri... mi rendo conto solo seguendo i suoi progressi di quanto è articolata la lettura della nostra lingua) e mi ha chiesto se volessi finire io perché era stanca, in fondo arrivava da 8 ore di scuola! ma si vedeva la gioia nei suoi occhi, l'orgoglio per la possibilità di leggere lei a me una storia, scelta da lei.

Durante la prima lettura mi sono concentrata sui testi, anche perchè ero tutta presa dall'ascoltare la mia giovane lettrice. :)

La storia è adatta anche ai più piccoli: semplice, immediata, profondamente emotiva.
La presenza di poco testo rende questo titolo perfetto per quei neolettori che iniziano a conoscere anche lo stampatello minuscolo.

Come anticipavo testo ed immagini raccontano due storie, diverse e complementari.

Le parole, poche, forse perchè il bimbo protagonista è molto piccolo, raccontano l'attesa per il rientro della mamma a casa e poi la gioia per gli abbracci e i momenti di condivisione che seguiranno.

Le immagini sono molto suggestive così ho voluto risfogliarlo considerandolo come un "senza parole", leggendo le sole immagini, e solo a questo punto mi sono accorta che la storia inizia dal retro di copertina e finisce nella terza di copertina. Piccoli disegni quasi nascosti tra la data di stampa ed altre formalità introducono la storia, focalizzano il punto di vista del bambino, ci inducono a riflettere sulla possibilità che anche piccolissimo abbia una sua lettura soggettiva di un testo, ma soprattutto di un evento, che è parallela e a volte incidente alla nostra.

Le immagini parlano sia del mondo emotivo, fatto di coccole e sogni ad occhi aperti, sia del mondo esterno, la società, il contesto, visto con gli occhi dei piccoli: una fila di macchine, tante case colorate, diverse ma simili tra loro, il cielo diverso all'inzio e alla fine della storia, una mamma che percorre *la strada* che porta a casa, e che è sempre più grande e quindi vicina quando torna a casa, vista dalla luna disegnata con il dito sul vetro appannato, orme grandi sulla neve che descrivono passi sicuri e un percorso lineare e definito, accanto ad altre orme piccole e leggere che disegnano sulla neve fantasiosi tracciati.

I mondi di grandi e piccoli si affacciano, si incontrano, si prendono per mano, si abbracciano.
Un libro pieno di spunti, uno spazio di quiete e serenità.


Gli altri Venerdì del libro sul mio blog sono qui.
Qui potrete trovare quelli di Homemademamma che ha avuto questa meravigliosa idea,
le istruzioni per partecipare all'iniziativa e i link agli altri blog che hanno aderito.
Su Pinterest tante board con le recensioni di tutti i partecipanti

Arrivederci al prossimo appuntamento!


17 commenti:

  1. Grazie dell'interessante consiglio di lettura.
    Lo cercherò con il mio Binotto.
    Finalmente tornata ad animare il blog, oggi ritorno anche all'amato VdL.
    Colgo l'occasione per augurarti buon anno!
    A presto!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata! :)
      è un libro molto bello, merita, son sicura vi piacerà.

      Elimina
  2. Che dolce immagine, eSSe che legge tutta da sola <3 !
    Sono traguardi importanti, a maggior ragione se si trovano gioiellini come questo libro, direi !!
    Grazie per la presentazione così accurata, Cì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      è così, mi fa un piacere immenso vederla così felice di leggere da sola...

      Elimina
  3. Grande esse che come la mamma riesce a scovare dei grandi libri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Va detto che la maestra di italiano porta in classe una selezione veramente attenta dalla biblioteca della scuola, non tutto della scuola è "perfetto" ma questo meccanismo che ha trovato per lasciar scegliere ai bimbi quello che piace loro e quello che sono in grado di leggere, ognuno con il suo ritmo di apprendimento, davvero mi colpisce.

      Elimina
  4. Che bello deve essere sentire lei che legge :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero emozionante, proverai anche tu :)

      Elimina
  5. che emozione, sì!
    e che immagini bellissime...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      nel link sotto il titolo e sotto il nome di chi ha illustrato il libro ce ne sno altre se ti interessano.

      Elimina
  6. Abbiamo incrociato anche noi dei libri di Mandat Sadat e li ho trovati stupendi, anche senza parole. Questo non lo conoscevo e da come lo descrivi deve essere stupendo! E che emozione sentirsi leggere un libro dalla piccola lettrice (dagli ottimi gusti!), ti immagino ad assaporare ogni momento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una grande emozione e un gran bel libro. Grazie Daria!

      Elimina
  7. Un libro interessante davvero, grazie! E non sai come capsico la tua emozione davanti a eSSe che legge... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino Maris, l'ho pensato anche io leggendo il tuo post sui progressi della tua Monellina. :)

      Elimina
  8. Oggi pomeriggio Sofia era in bagno e sentivo che parlottava … le chiedo "cosa stai dicendo?"… stava leggendo il nome del dentifricio, dello shampoo, del profumo!!! :-)
    siamo in pieno apprendimento della lettura e sono così orgogliosa!
    il libro che suggerisci non lo conosco ma lo cercherò quanto prima in biblio! dev'essere davvero stupendo!
    grazie mille! ciao!
    :-)

    RispondiElimina
  9. E' bellissimo*
    Sono grande ma lo desidero anche io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Travel upside down, hai ragione, pensa che molto spesso ho preso albi illustrati per me, alcuni sono meravigliosi...

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...