giovedì 6 marzo 2014

Passato di verdure invernali con quinoa

La sfida di marzo di Salutiamoci è quantomai interessante: molti non conoscono la quinoa, e anche chi la conosce a volte è in dubbio. 
Daria ce la presenta così:
Si tratta di un simil-cereale (Chenopodium quinoa) composto da chicchi piccolissimi, quasi microscopici, che in realtà appartiene alla stessa famiglia degli spinaci e delle barbabietole (chenopodiacee).
A me piace considerarli cereali e quindi in genere li associo a legumi a ricco compendio di vellutate di stagione:





 Ingredienti.
Per la vellutata
(in dosi variabili a seconda di quel che avete in casa, tutto bio o di provenienza locale certa)

cavolo nero;
finocchio;
verza;
carote;
cipolla dorata;
tipinambur;
una patata piccola (opzionale);
olio EVO;
sale integrale;
a piacere, qualche spezia mediterranea secca o fresca se ne avete sul balcone.


Preparazione: 

Mondate, lavate bene e tagliate finemente tutte le verdure (e i tuberi), se non avete esattamente quelle indicate da questa ricetta, scegliete tra quelle di stagione che avete in casa (nel mio caso la vellutata è quasi sempre una ricetta "svuota frigo"), mettete sul fuoco una capiente casseruola riempita per un terzo di acqua, e aggiungete le verdure considerando i tempi di cottura, da quella cui occorre di più a quella cui basta una scottata, per preservarne le proprietà. Io ho inserito nell'ordine: cipolle, carote, cavolo nero, patata, topinambur, finocchio, verza. Il tutto non deve cuocere per più di 20 minuti.
Non aggiungo spesso la patata nelle mie vellutate ma quando lo faccio ne metto veramente poca: in questo caso una piccola per un bel pentolone! Con le patate è bene non eccedere (e non confonderle con le verdure come ancora fanno troppe persone ;), è più corretto assimilarle ai carboidrati per regolarci con le dosi e le combinazioni col resto degli ingredienti). Anche il topinambur è un tubero ma è un amico potente della nostra salute, come già vi raccontavo, per cui potete anche metterne un pezzetto a commensale.



A fuoco spento ho realizzato la mia crema di verdura con l'aiuto di un frullatore a immersione. Se si fa questa operazione dopo una decina di minuti si riducono i tempi di cottura.
Ho poi cotto e aggiunto

Cereali e legumi:
quinoa rossa;
bulgur di grano duro;
orzo integrale;
farro integrale;
lenticchie rosse decorticate;
piselli secchi spezzati;
 

Nel mio caso si trattava di un mix biologico pensato per una cottura in unica padella, ma facendo un bell'ammollo preventivo per i legumi e i cereali integrali e facendo ben caso ai tempi di cottura si può arrivare allo stesso risultato:
 



Vi posso segnalare tra le mie precedenti ricette con la quinoa:

Spezzatino con verdure, legumi e cereali


Insalata di lenticchie autunnale


Con questo post partecipo a

- Salutiamoci che



prende spunto dal lavoro del prof. Franco Berrino e dalle linee guida sue e dello chef Giovanni Allegro, che si occupano di prevenzione tramite l’alimentazione
Salutiamoci
Volete partecipare anche a voi? 
Ecco le regole del gioco!
Questo mese è protagonista la quinoa, ospitata da Daria - goccedaria 
Vi invito a partecipare numerosi! :)

10 commenti:

  1. Uh, che bel passato di verdure, anche qui i passati vanno alla grande come svuota frigo e questa versione è decisamente nutriente e completa! Grazie anche per le altre due ricette che inserisco nella raccolta oltre a questa.

    RispondiElimina
  2. Adoro i passati con i chicchi dentro, il tuo è molto ricco e profumato!
    ciao Su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Su! Anche a noi piacciono tanto :)

      Elimina
  3. La quinoa, onestamente, mi piace proprio poco. Non riesco a eliminare l'impressione di essere un canarino, quando la mangio. Bello il passato però, anche in purezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;) ci sono tante qualità diverse magari non hai ancora trovata la tua :)
      A invece piace un sacco e pure il miglio ;)

      Elimina
  4. qua è un'overdose di quinoa....ma io ne sono golosa e in qualsiasi modo la trovo sempre buona!!!!

    RispondiElimina
  5. Quinoa quinoa... l'ho preparata di rado, ma con questi spunti mi hai fatto tornare la voglia di utilizzarla! Il passato mi fa una gola incredibile, a cena... mi sa che mi ci metto, eh!
    Grazie Cì!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego :) prova a vedrai che buona.... ;) ciao!

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...