mercoledì 30 aprile 2014

Lentamente muore


Ieri Erica mi ha nominata per uno "scambio di poesie", ecco allora:

Lentamente muore

"Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine,
 ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
 chi non cambia la marca o colore dei vestiti,
chi non rischia, chi non parla a chi non conosce.
 Lentamente muore chi evita una passione,
 chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i
piuttosto che un insieme di emozioni;
emozioni che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore davanti agli errori ed ai sentimenti!
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza,
chi rinuncia ad inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge, chi non ascolta musica,
chi non trova grazia e pace in sè stesso.
Lentamente muore chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare,
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo
di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare!
Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.





Di Martha Medeiros, attribuita erroneamente a Pablo Neruda vedi questo articolo

Non amo le catene per cui Erica mi perdonerà se sconvolgo il regolamento e lascio a chi mi legge, la facoltà, se ne avesse voglia di pubblicare una poesia a sua volta, liberamente :)

Ammetto però che dopo il panico iniziale "cosa? SOLO 24h per pensarci e pubblicare il post? ...uffa... " ho fatto mente locale e in 2 secondi non ho avto dubbi sul fatto che questa poesia fosse perfetta. Anzi, è una bugia, ce ne era un'altra, vi lascio nel dubbio e vi auguro una splendida felicità e di inseguire e raggiungere i vostri sogni :)

Buon pomeriggio :)


...perché questa foto? 
Uno dei miei sogni è quello di poter sempre ordinare qualcosa di veg e buono, oggi una nuova amica mi ha invitata a bere un caffè per discutere di nuove iniziative "libresche" ;) e son stata colpita dal suo propormi un bar dove "fanno anche il cappuccio veg, così puoi berlo insieme a me..." (lei non è veg, è stata carinissima! :) doppia gioia!)
Io non bevo caffè, però oggi son stata felice di testare quanto fosse buono questo cappuccio, e ho notato che in vetrina il gestore lo aveva idicato come "novità", bene bene... :)

14 commenti:

  1. Grazie di aver accettato il mio invito, le 24 h per me erano simboliche :-D

    RispondiElimina
  2. Ciao cara, che bella poesia! Se ti va passa a trovarmi per partecipare al mio link party dedicato alla festa della mamma: http://fragolaecannella.blogspot.it/2014/04/w-la-mamma-link-party.html
    Un abbraccio
    Nina di Fragola e Cannella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nina, verrò a vedere :)

      Elimina
  3. Bellissima questa poesia, ma ci resta la curiosità per l'altra... Prima o poi la sveli?!

    RispondiElimina
  4. Eccola, ora sono in in periodo diverso, ma la chiusa è stata nella mia firma per anni... http://www.poetryfoundation.org/poem/173536

    RispondiElimina
  5. Bellissima poesia! Grazie! :-)
    anch'io ho sconvolto un po' le regole! ;-)

    RispondiElimina
  6. E' sempre un piacere leggere questa splendida poesia......per riflettere un po'....
    Grazie
    Serena

    RispondiElimina
  7. Poesia spettacolare! Non la conoscevo! Grazie, Ci

    RispondiElimina
  8. Occhio però, l'autore non è Neruda. Guarda qui.

    RispondiElimina
  9. Bellissima questa poesia.

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti.
    Silvia non immaginavo, grazie della segnalazione

    RispondiElimina
  11. "Evitiamo la morte a piccole dosi" la trovo meravigliosa ..
    Il cappuccio veg??? da cercare e provare assolutamenteeee! ^_°^

    RispondiElimina
  12. Sì, è un po' come lo pseudo-Brecht di "Prima di tutto vennero a prendere gli zingari" oppure quella di Voltaire sul nemico. Quella di Frost è gran bella, eh!

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...