mercoledì 23 marzo 2016

libri: Float

Venerdì, salvo imprevisti, saremo al mare e mi riprometto di collegarmi al web solo per leggere i titoli dei giornali ;-) così ho pensato di salutarvi oggi prima della pausa pasquale con un consiglio di lettura.

L'aver contatti con altri lettori compulsivi porta innumerevoli vantaggi.
Li riconosco al volo: li incontro in biblioteca e capisco subito che non sono lì solo per accompagnare figli o nipoti. A volte, con sguardo complice, mi passano silenziosamente libri che hanno appena scoperto, altre volte mi mandano messaggi chiedendomi se voglio vedere qualche albo speciale prima che lo restituiscano... Ovviamente ricambio il favore volentieri: il network dei bookaholic è molto efficace!
Un giorno una mamma delle scuola di eSSe mi ha mostrato:

Float di Daniel Miyares

Archiviato nei nuovi arrivi in lingua inglese rischiava di sfuggire al nostro radar ;-) - nella nostra biblioteca i nuovi albi illustrati vengono messi bene in evidenza, ma per quelli in inglese c'è uno scaffale dedicato, un po' più caotico - e invece A. è stata catturata dalla copertina.

Si tratta di un affascinante silent book, un albo illustrato di formato rettangolare che sviluppa le illustrazione in orizzontale, a doppia facciata. 
 

La storia: un papà e il suo bimbo giocano a fare barchette di carta, lo abbiamo fatto tutti, da piccoli ci si diverte con poco e la magia di un foglio che si trasforma incanta e scatena la fantasia...


Munito di impermeabile, cappello e stivaletti gialli, il bimbo esce per giocare con la sua barchetta.
Com'è divertente saltare nelle pozzanghere con questa nuova compagna!


La pioggia ha creato piccoli corsi d'acqua che diventano irresistibili per la barchetta, complice il vento.
Il protagonista la rincorrerà, per le vie della città, ma la voglia di libertà per lei sarà più forte.



Tornato a casa, un po' triste, scoprirà una nuova magia: dalle pagine del giornate questa volta nascerà un aeroplanino: il sole splende e il bimbo è pronto per una nuova avventura.




Questi contrasti di colori e di emozioni mi hanno conquistata. L'uso di un colore molto acceso abbinato con le scale di grigio risulta ipnotico, alcuni elementi delle tavole sembrano uscire dalle pagine.  Ho curiosato nel sito dell'autore e sono rimasta ammirata da questo suo stile.

La storia è vivace e fresca come il suo protagonista, sfogliando l'albo sembra di essere lì con lui, si ha la voglia di uscire e giocare liberi sotto la pioggia.


Vi auguro una Pasqua serena, allegra, e spensierata.

Per chi cercasse spunti per il menù delle feste, vi consiglio quello stilato con amore da Francesca, aka briciole di cescaQB, per Essere Animali.

A presto!






4 commenti:

  1. Buona Pasqua e buon mare, carissima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, anche a te cara! :-)

      Elimina
  2. Ma che bello! Ultimamente le bimbe impazziscono per i silent eanche nella nostra biblioteca ne hanno presi perecchi: cercherò pure questo!
    Capisco quando parli di lettori compulsivi... noi siamo al punto che le bibliotecarie aspettano a metter fuori i libri nuovi e prima li fanno vedere a noi alla nostra visita settimanale! ;-)
    Buona Pasqua e buona vacanza anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? :-)
      Qui in realtà piacciono soprattutto a me, eSSe è in una fase diversa: lei ora ama soprattutto le storie coinvolgenti, fiumi di parole che la portano lontano, anche perché il nostro momento letture è soprattutto serale, ma anche gli albi illustrati le piacciono, specialmente se abbiamo tempo di sfogliarli di giorno.
      Che fortunate! :-) Che bello :-)
      Grazie!

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...