martedì 15 gennaio 2013

Viaggio nel meraviglioso mondo della carta

Questo mese la Staffetta dei blog propone per tema: la carta un materiale fantastico per ...  sicuramente vivere mille e una esperienze.

La carta ha un posto speciale nel mio cuore, essendo nipote di un tipografo e collezionista di libri. Carta per me significa per prima cosa ricordi, quelli di quando ero bambina e andavo a trovare mio nonno, la meraviglia di addentrarsi in un mondo misterioso e affascinante, il rumore della taglierina, i biglietti d'auguri che disegnava mio nonno e giochi antichi che amava ristampare, i cataloghi delle cartiere che a volte ricevevo in dono e diventavano tesori preziosi.

L'amore per la carta e l'aver trovato in casa molti libri mi ha portato ad essere una bibliofila appassionata, ho sempre amato leggere, ma già il solo atto di aprire un libro nuovo e assaporare il profumo di pagine mai sfogliate mi pervade sempre di una sensazione di benessere. Da quando è nata mia figlia, poi, mi sono affacciata al mondo degli albi illustrati e ne sono davvero affascinata.

Le pagine di carta possono accompagnarci in mondi meravigliosi, che possono aprire le porte di un castello

Le Magicien d'Oz illustrato da Paul Hess
Le Magicien d'Oz illustrato da Paul Hess



o proiettarci in una foresta

Nella Foresta del Bradipo, progetto cartotecnico di Louis Rigaud, Anouck Boisrobert
Nella Foresta del Bradipo, progetto cartotecnico di Louis Rigaud, Anouck Boisrobert

o accompagnarci a scoprire che accade oltre la nebbia

Nella Nebbia di Milano, di Bruno Munari
Nella Nebbia di Milano, di Bruno Munari

o quando il vento di primavera fa cadere i petali di ciliegio in Giappone

Yumi di Annalore Parot.
Yumi, di Annalore Parot

ma anche semplicemente ricreare un cielo stellato sopra il nostro letto

Il gioco della luce di Hervé Tullet
Il gioco della luce di Hervé Tullet
portare a teatro i nostri piccoli

Le Favole di La Fontaine illustrate da Elsa Mora
Le Favole di La Fontaine illustrate da Elsa Mora

 o.... far vivere loro in una favola: ecco l'abito per un ballo principesco, è bastato un giornale e la fantasia di mia nonna e mia madre per realizzarlo

Abito da principessa in carta
Abito da principessa in carta

Giochiamo e sperimentiamo molto con la carta. E a volte lasciamo tracce di carta per il mondo.

La carta è un materiale vivo, che racconta anche di tradizioni e culture, a volte lontane.
Ho annunciato la nascita di mia figlia con dei meravigliosi bigliettini intagliati a formare motivi floreali su carta fatta a mano di un delicato punto di rosa - purtroppo non sono riuscita a ritrovare quello che ho conservato per fotografarlo - prodotti nel Sud del Mondo, mi avevano colpito per la loro bellezza, oltre che per le storie che raccontavano.

Questi invece sono un ricordo del mio viaggio in Madagascar

Bigliettini in carta fatta a mano
Bigliettini in carta fatta a mano

Abbiamo potuto visitare la cartiera dove vengono prodotti, ammirare la bellezza del prodotto sempre diverso perchè realizzato a mano secondo l'estro di chi lo compone, e rimanere incantati davanti alla manualità esperta di chi lo realizza.

Cartiera artigianale in Madagascar
Cartiera artigianale in Madagascar

Carta fatta a Mano del Madagascar
Carta fatta a Mano del Madagascar

Volete provare questa tecnica anche voi? Voglio una Mela Blu ci spiega come si fa.
Abbiamo provato quest'estate, usando però una colla improvvisata fatta con acqua e zucchero, fazzoletti di carta e dei fiori che ci avevano regalato: sono diventati bigliettini per amici e parenti, ci siamo divertite molto.

Le buste, tutte irregolari, dei bigliettini che ho acquistato in Madagascar mi hanno fatto pensare a quelle impeccabili che hanno contenuto le nostre partecipazioni di nozze, realizzate in meravigliosa carta di Amalfi - quando siamo andati in costiera amalfitana siamo andati a cercarne una, eravamo curiosi - e poi a quelle prese in una cartoleria nel dedalo di piccoli negozi del quartiere più antico di Delhi

Buste indiane
Buste indiane

Quanti mondi diversi raccontati da uno stesso supporto.
In ogni viaggio importante ho compilato un diario cartaceo, quando riguardo quelle pagine ed è come se tornassi in quei luoghi, così come capita in mano una cartolina, o una vecchia fotografia stampata.

La carta evoca preziose memorie, o le custodisce, ha accompagnato momenti importanti delle nostre vite, di gioia, di gioco, è la materia dei ricordi ed a volte anche dei sogni, quando prendono forma. 

Andiamo a vedere come hanno declinato questo interessante tema gli altri blogger partecipanti:


simona elle
Cinzia Diodati
Francesca Lancisi, Original Watercolour Paintings
Monica Viaggi e Baci
Alessia scrap & craft
Monica e lo Scrapbooking
Mammerri
Federica Venturelli -Ventuone
Federica MammaMoglieDonna
fiori e vecchie pezze
Idea Mamma
Il Pampano
Diariomagicaavventura
Home sweet home
Il sapore del sole
MadreCreativa
Cristina - Udine la mia città
Pattibum
The Family Company
Samanta Giambarresi
Design Therapy
La Diva delle Curve
Io mi piaccio
Elegraf
Giorgia di Priorità e Passioni
Il mondo di Cì
Monica
GeGe Mastucola
Palmy di Learning is experience
Daria di GocceD'aria
Vivere a piedi nudi
Passe-partout
Giusi Tandoi
Gina Barilla
Ferengi in Bruxelles
Michela Palatucci - Home trotter
Mammamanager
Olga Picara hobbyimpara
Mammefaidate
Bodò. Mamme con il jolly
Accidentaccio
Illustrando un Sogno
Con le mani nel Sacher
Gaia Racconta

Di blog in blog è una staffetta virtuale che coinvolge ogni mese decine e decine di blogger




Trovate qui tutti i miei post per la staffetta di blog in blog.
Arrivederci al prossimo appuntamento, il 15 del mese prossimo, con un nuovo tema!

49 commenti:

  1. Molto interessante questo punto di vista.
    Tra l'altro adoro i pop-up - sto aspettando quello delle favole di La Fontaine - e mi attraggono tantissimo Yumi e La Foresta del Bradipo.

    Dunque quei bellismi fogli di carta con i fiori vengono prodotti in Madagascar? mi sono chiesta con quanta pazienza li realizzassero. Viaggio splendido, immagino!
    Mi vado a leggere gli altri partecipanti della staffetta.

    alessandra

    p.s. ti ho lasciato un premio da ritirare qui: I have to eat this bagels.......but I'm not sure cooking.

    Dear Lucina and Candi i have received an award and I give to you.
    It's here:
    http://ilmiograndecaos.blogspot.it/2013/01/ancora-un-premio-2012.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra,
      grazie, dopo passo a vedere!
      In realtà il metodo della carta fatta a mano è antico e ha avuto più estimatori nel mondo. Persino qualche blog amica :) adesso metto un altro link che spiega come si fa.

      Elimina
  2. Scusa ho scritto una parte in inglese.....non sono impazzita. E' che ho fatto copia/incolla dell'URL e, per errore, ho preso dentro anche il messaggio per Candida (un'altra blogger di cucina).

    Scusami per la disattenzione, comunque il premio è per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita :) Graazie in ogni caso! :)
      Ho aggiunto il link di Mela che spiega come si fa.
      Noi abbiamo provato, è molto divertente. Ai tuoi bimbi piacerebbe. ciao!

      Elimina
  3. Che bello il tuo punto di vista!Il Mago di Oz pop-up è il nostro libro del momento e ha delle illustrazioni fantastiche.Il gioco della luce mi piace molto.
    La magia di veder fare la carta in Madagascar mi ha illuminato la giornata, deve essere stata un'esperienza grandiosa. Grazie di averci fatto sognare con queste foto e idee.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho visto nel tuo header! :) Sono libri molto belli.
      Il viaggio in Madagascar è stato molto intenso, mi riprometto sempre di riparlarne ma poi il tempo è tiranno.
      Grazie!

      Elimina
  4. che spunti meravigliosi! bravissima

    RispondiElimina
  5. Che belle immagini!

    RispondiElimina
  6. Bellissime immagini, mi ha colpito soprattutto la carta del Madagascar!

    RispondiElimina
  7. Ah! ecco da dove viene la tecnica che ci hanno insegnato a Santorso... grazie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Mela non ho indagato sulle origini di questa tecnica tradizionale, ma è stato molto affascinante vederla "al vero".

      Elimina
  8. Che bella la cartiera del madagascar!

    RispondiElimina
  9. Belle le pubblicazioni e il lavoro di Elsa Mora che conoscevo da Etsy :)

    RispondiElimina
  10. La carta...che materiale meraviglioso!! Si, è una cosa "viva"...condivido perfettamente questo tuo pensiero.

    Sai che anni fa ho ricevuto proprio uno di quei biglietti favolosi fatti in Madagascar insieme ai confetti da una mia cugina che col marito ha devoluto i soldi destinati alle classiche bomboniere del loro matrimonio ad un'associazione di volontariato che sostiene tanti bei progetti laggiù?

    Un abbraccio Cì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viva e affascinante. :)
      Mi fa piacere sapere questa cosa cara Maris, saprai che ho un debole per questi progetti solidali. Grazie di avermene parlato. ciao!

      Elimina
  11. Ero sicura che il tuo post sarebbe stato bellissimo! Che libri meravigliosi...quelli non si potranna mai sostituire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della fiducia MadreCreativa :) Hai ragione, concordo con te!

      Elimina
  12. Viaggio molto interessante, grazie! Vado ad approfondnire anche i link, spero di trovare anche le istruzioni per l'abitino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, no non ho ancora pubblicato il tutorial perchè ho poche foto, proprio rubate, ma un giorno magari riunisco le nonne e lo rifacciamo...

      Elimina
  13. Per un attimo, sono stata con te in quella cartiera del Madagascar. Bellissimo post, anche perché la nostra family ADORA gli albi illustrati per bambini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fascino dei viaggi speciali è contagioso ;)
      Grazie, allora avete buon gusto (pensa che me ne sono regalato uno a Natale, io li amo sconfinatamente!)

      Elimina
  14. dev'essere stato impressionante il viaggio a Madagascar!e i libri illustrati mi sono piaciuti proprio!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto, un viaggio di quelli che ti lasciano molto.
      :) ciao!

      Elimina
  15. Carta = libri. E quei libri sono dei veri palazzi di scoperte e di viaggi meravigliosi. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sicuramente sai che significa viaggiare attraverso le pagine, grazie cara del tuo commento.

      Elimina
  16. Bella panoramica sulla carta...mi ritrovo nei profumi e nelle sensazioni di fronte ad un libro nuovo...anche io la prima cosa che faccio è annusarli...mia mamma lavorava in una biblioteca e li passavo giornate meravigliose ad ogni libro si apriva un mondo proprio come in un pop-up:)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglia, ho sempre considerato la professione della bibliotecaria affascinante, l'idea di una bimba che sta con la mamma in biblioteca è davvero splendida. Che bello, grazie per averla condivisa. ciao!

      Elimina
  17. Sono rimasta incantata... hai scelto tutti esempi e immagini che mi hanno fatta sognare, mi ha affascinata tutto.. dal castello di Oz al teatrino fino a quelle magnifiche buste indiane... quanto te le invidio!
    Bellissimo questo post perchè in ogni tuo esempio c'è davvero la magia che la carta può creare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei molto gentile.
      Forse le buste indiane si possono trovare anche in qualche fiera etnica, pensavo di esser l'unica pazza che le apprezza, il tuo commento mi fa sentire compresa in questa piccola mania di portar a casa sempre qualcosa di carta da ogni viaggio, se possibile buste e biglietti vari :)

      Elimina
  18. Quante belle idee...

    RispondiElimina
  19. Che bello il viaggio che ci hai fatto fare nel mondo della carta e nei tuoi ricordi....è proprio vero, la carta ci accompagna un pò in tutti i momenti della nostra vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così, la carta ci avvolge di ricordi...

      Elimina
  20. Anche la carta crea poesia, non solo la veicola, si capisce molto bene da questo tuo post, affascinante come sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Marzia, lo penso anche io. La poesia si nasconde in molti luoghi in realtà.

      Elimina
  21. la mia gemella ha un negozio sottotitolato Il regno per chi ama la carta e entrambe la amiamo molto declinata in mille modo giocosi e gioiosi.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! Avessi io un negozio così impazzirei! La mia prima immagine simbolo del blog ritraeva una vetrina di un negozio simili con meravigliose decorazioni di carta.

      Elimina
  22. Grazie a tutti per i vostri commenti!

    RispondiElimina
  23. Sono completamente d'accordo... Il profumo della carta stampata e' sublime ❤
    Aprì un libro e vieni invasa dal suo odore, dalle sue pagine spesse o fine, dalla sua copertina rigida o morbida... I libri cartacei hanno un fascino tutto loro! Nonostante siamo diventati tutti tecnologici faccio fatica a leggere in ebook, mi manca fare le orecchie alle pagine, annusare il libro, sfogliarlo...
    Anch'io poi ho sempre avuto diari su cui appuntare pensieri , ultimamente lo faccio meno... Ma qualsiasi cosa devo appuntare e' sempre su carta ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che ultimamente io son tornata a prendere appunti in cucina sulla carta ;) regredisco... (ed ero stufa di veder incrostazioni sullo schermo!)

      Elimina
  24. Ci hai fatto viaggiare nel tempo e nello spazio con leggerezza e poesia.

    RispondiElimina
  25. Bellissmo post! (Ho appena scoperto il tuo blog :)
    Mi fa piacere vedere che non sono la sola che, prima di divorare i libri, li annusa! Una cosa che con gli ebook non si potrà mai fare...
    Concordo con te e tutte le altre, la carta ha un fascino tutto suo, e quante cose si possono creare!
    Per ora con la mia piccola (due anni e mezzo) creiamo palline di cartapesta - dobbiamo ancora farci una collana - oppure lei si diverte a impacchettare con carte colorate bizzarri regali. (E leggiamo tanti, tanti libri, naturalmente, e disegniamo, e pitturiamo!) Ma non vedo l'ora di condividere con lei anche meraviglie simili ad alcune di quelle di cui parli. (Ho visto un libro prima di Natale, tutto intagliato... Non so come ho fatto a trattenermi dal comprarlo.)
    E davvero, la carta custodisce ricordi... Vogliamo mettere l'emozione di rileggere una lettera scritta a mano, come si faceva non così tanto tempo fa (anche se sembrano anni luce), e come era bello trovarla nella cassetta delle lettere? Ma sull'argomento potrei divagare... mi fermo!
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      Farete tante esperienze di carta insieme, e tante letture, e scoprirai libri meravigliosi e irresistibili ;)
      E sì, ci sarebbe così tanto da dire... ciao!

      Elimina
  26. nipote di un tipografo....
    chissà quanti ricordi "profumosi"!!!
    adoro l'aroma dell'inchiostro sulla carta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tantissimi, quando è stata chiusa e svuotata ho anche avuto in dono alcuni ricordi proprio di carta e li conservo con grande affetto.

      Elimina
  27. Grazie ancora a tutti per i commenti, specialmente ai nuovi lettori :)
    Son felice di constatare che la carta ha un posto speciale in molti cuori.


    RispondiElimina
  28. Il 2D che diventa 3D, carta che diventa castello, carta che diventa un vestito, carta che diventa emozione.

    Fantastico

    Arianna@Con le Mani nel Sacher

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...