sabato 5 maggio 2012

こどもの日 Kodomo no hi nel mondo di Cì

Il 5 maggio in Giappone si festeggia il こどもの日 Kodomo no hi, ovvero la festa dei Bambini.
E' usanza costruire dei bellissimi pesci di carta o di stoffa da far volare al vento. Si chiamano Koinobori, e rappresentano delle carpe da cui prendono il nome, e, ci spiega wikipedia:
condensano tutte le valenze simboliche della festa, celebrata come un augurio di energia fisica e spirituale, oltre che di crescita e successo sociale.
 La mia simpatia per la cultura giapponese è nota, quando ho visto questo post di Madre Creativa, mi è subito balenata l'idea di fare il nostro koinobori, e ho subito rivisto quelli raffigurati in questi libri meravigliosi, pieni di cose interessanti da scorprire e di spunti, però poi oggi ne ho realizzato uno tutto diverso con della carta velina che ho trovato nel nostro scatolone delle carte regalo da riciclare ;) 


Ho disegnato un pesce, l'ho tagliato su carta doppiata per averne due identici, l'ho incollato con particolare attenzione lungo il perimetro e poi abbiamo applicato colla e glitter colorati (da un lato solo però, la carta velina è molto delicata), ci abbiamo soffiato dentro per farlo gonfiare e dopo parecchie prove di volo, lo abbiamo infine appeso nella camera di eSSe.




Incredibilmente ci ha prima giocato molto, usandolo come un aquilone in casa (oggi ha piovuto tutto il giorno!) e ancora per un po' una volta appeso. L'accordo è che appena spiove lo proveremo all'aperto.

Ci siamo molto divertite, penso ripeteremo l'esperienza!
Le foto non sono bellissime ma è già stato difficile fare queste, eSSe non lo mollava un secondo! :-D



Buon divertimento se lo farete anche voi, in fondo, la festa dei bambini dovrebbe esser ogni giorno, no?

Edit: un'amica giapponese mi ha spiegato che in realtà questa festa è "maschile", solo chi ha maschi espone le carpe di carta per augurare ai figli una buona sorte . Fa niente, noi l'adottiamo senza differenze di genere! :)

7 commenti:

  1. Condivido la simpatia, e più ancora la fascinazione ed il rispetto, per la cultura giapponese.
    La carpa in Giappone è pesce sacro, la leggenda dice che questo pesce dorato (che tra l'altro è proprio bellissimo) con moltissima forza risalga le cascate fino a raggiungere la “Porta del Drago“, attraversata la quale potrà diventare dragone ed ottenere l’immortalità.
    Bellissima festa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per questa integrazione... ciao!

      Elimina
  2. Sei stata bravissima...adoro il tuo entusiasmo :)

    RispondiElimina
  3. :-* eSSe si è molto divertita, grazie dello spunto, tu ne offri sempre così tanti! :)

    RispondiElimina
  4. Adozione per le bambine che condivido!! vadoa vedere il tutorial, grazie! Jessica

    RispondiElimina
  5. che simpatiche! in barba ai giapponesi, il vostro koinobori rosa è bellissimo!

    RispondiElimina
  6. La mia amica giapponese era stupita che noi sapessimo di questo festival (l'ha definito così) e spero di essere riuscita a spiegare che molti di noi hanno un debole per la loro cultura e che da buoni italiani siamo in grado di "adattare" qualsiasi cosa ;)

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...