venerdì 4 maggio 2012

Libri: Vado verso il Capo, un racconto di viaggio on the road

Cari amici del Venerdì del libro,
oggi vi parlerò di un libro che è piaciuto moltissimo sia a me che ad A e ci accomuna nella nostra passione per il viaggio, inteso come esperienza che ti lascia qualcosa e spesso ti cambia.

Si tratta di Vado verso il capo. 13.000 km attraverso l'Africa, Feltrinelli Traveller di  Sergio Ramazzotti

Quarta di copertina

Un giorno il direttore di un giornale disse a un suo inviato se se la sarebbe sentita di fare Algeri-Citta del Capo in autobus, per raccontare il trasporto pubblico africano dall'interno. L'inviato era Sergio Ramazzotti e credeva di conoscere l'Africa, ma ancora non gli era successo di percorrerne le strade come uno dei suoi tanti abitanti disperati: appiedato, senza mezzi, con una sacca in spalla che contiene tutto il proprio mondo.
Ha affrontato il Sahara e la giungla usando ogni genere di mezzo - bicicletta, camion, treni merci, taxi, furgoni, traghetti, barchini - o andando a piedi, senza soldi per corrompere le autorita. Nell'universo disgraziato e magico, che via via gli si e aperto dinanzi, ha incontrato derelitti e ricchi trafficanti di diamanti, profughi che vagano da mesi e hanno dimenticato da dove vengono, poveri che si tolgono l'ultimo cibo di bocca per offrirlo, maghi e saltimbanchi, ladri e truffatori, soldati corrotti e onesti, prostitute, mercenari e volontari, chi ha distrutto la propria vita in questo continente e chi si e rifugiato nei suoi recessi piu bui con la speranza di ricostruirla. "In ognuno di questi luoghi e avvenuto qualcosa che ha cambiato la mia idea di Africa, di amicizia, di uomo, di viaggio, forse anche la mia vita... Prima di questo viaggio l'Africa era la mia amante. Dopo e diventata mia moglie." Sergio Ramazzotti (fonte)

Inizialmente si è trattato di un regalo per lui, molto apprezzato, ma poi ho finito per leggerlo anche io e appassionarmene molto, le pagine scorrono veloci e si ha la sensazione di essere accanto a chi racconta, è quasi inevitabile immaginarsi in quei luoghi e chiedersi come si vivrebbe un'esperienza del genere, o come la vivono ogni giorno le tante persone che poi non hanno una vita cui tornare come quella del giornalista.

Si tratta del diario di un viaggio realmente on the road, vivace, emozionante, a tratti ironico. E' una fotografia dell'Africa a distanza molto ravvicinata, ormai ha qualche anno ma resta un'occasione per conoscere, attraverso le parole, una realtà molto differente dalla nostra, fatta di delicatissimi equilibri e soprattutto esseri umani.
Ramazzotti testimonia la corruzione, racconta indirettamente storie di disperazione, e tocca con mano disagi e malattie che chi vive in quei luoghi conosce da sempre, ma condivide anche la poesia di pietanze povere generosamente offerte e mangiate con le mani intorno a un fuoco.

Ideale lettura da week end, sognando mondi lontani e conosciuti superficialmente per sentito dire, da visitare e conoscere un po' meglio attraverso l'esperienza dell'autore.


Il viaggio che viene raccontato si è svolto nel 1992, anno importante per me. Vorrei mettervi a parte di un fatto personale cari lettori affezionati: oggi A e io facciamo 20 anni insieme, non me ne capacito!

Vi auguro un week end sereno e rigenerante.



Gli altri Venerdì del libro sul mio blog sono qui.
Qui
 potrete trovare quelli di Homemademamma che ha avuto questa meravigliosa idea, l'elenco dei blog che aderiscono all'iniziativa e le istruzioni per partecipare.
E non dimenticate la nostra biblioteca su aNobii  


Arrivederci al prossimo appuntamento!  

31 commenti:

  1. Viaggiare è un po' come leggere: libertà, di giudizio ed intellettuale, ma anche evasione, scoperta, conoscenza, apertura di nuovi orizzonti, tanto da segnare a volte autentici punti di svolta, e tanto altro ancora.
    Interessante il percorso del protagonista, che si svolge in un continente ancora misterioso e "lontano" dal nostro, e perciò tanto affascinante.
    Bella la citazione "Prima di questo viaggio l'Africa era la mia amante. Dopo e diventata mia moglie."
    Grazie per la condivisione che hai scelto di fare con noi di una data tanto importante per voi. Vent'anni sono letteralmente una vita, e siete cresciuti assieme, fa piacere sapere qualcosa in più di te, quindi una confidenza la faccio pure io. Io e mio marito ci siamo conosciuti 11 anni fa, Tommaso ne ha appena compiuti 10, e ... abbiamo fatto le cose in fretta insomma, non abbiamo avuto molto tempo per collaudarci, ma siamo ugualmente felici.
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 20 anni sono una vita sì! ma anche 11 anni sono tanti sai? :)
      Grazie per questo commento, un abbraccio!

      Elimina
  2. Quindi due viaggi affascinanti, l'Africa reale e un amore lungo un ventennio. Del secondo conosco i segreti (noi 22 anni quest'anno) mentre dell'Africa non conosco molto e me ne dispiace. Metto in lista anche questo titolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho notato che tra le blogger ci sono molte con storie di lungo periodo :)
      L'Africa di questo libro è tosta, e se leggerlo da un lato mi ha fatto venire voglia di andarci dall'altro ha dato conferma a quanto già pensavo di trovarci e penso che un viaggio così non lo affronterei mai.
      Se da me cerchi "Madagascar" trovi la nostra esperienza più africana, parlando di viaggi il sogno nel cassetto di A era l'Africa (il mio l'India, dai miei VdL si sarà capito), e questo libro è in parte complice di quel meraviglioso viaggio.

      Elimina
  3. grazie Cì per aver condiviso questa ricorrenza. Bello accostare un viaggio ad un percorso assieme perchè le due cose sono intercambiabili: un viaggio è un percorso, vivere assieme è un viaggio. Sembra scontato ma è così.
    Per me domani sono 12 anni e gli ultimi due sono stati tosti, un incontro difficile con la scuola elementare e l'affido di un'adolescente con tutte le sue difficoltà. Se ne usciamo vivi sarà un nuovo equilibrio e una rinnovata serenità.
    La serenità mi porta a volermi "muovere", a me piacerebbe tanto un viaggio in kenya, in qualche posto sperduto a contatto solo con la natura.
    Leggerò volentieri la tua proposta (anche se escludo un viaggio on the road con le due belvette.....).

    Grazie per il tuo commento, anche se ho appena modificato il post, aggiungendo il motivo per cui ho scelto quella proposta. E' un motivo personale e non volevo fare outing (sono un po' riservata :(! ) poi ho pensato che e valesse la pena.

    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, verissimo: "un viaggio è un percorso, vivere assieme è un viaggio", io lo credo anche dell'essere genitori.
      Auguri a te oggi allora, complimenti per questo vostro percorso così intenso, l'affido, di un adolescente in particolare, deve essere davvero impegnativo.
      Il kenya a me da un lato non attira (è brutto dirlo ma a me viene in mente il turismo un po' ignorante di chi va in cerca del caldo, non importa dove, senza mai mettere fuori il naso dai villaggi e soprattutto gli investimenti di certi famosi che hanno rovinato le coste e riempito di Casinò zone incontaminate e anche in generale senza proccuparsi di cosa sarebbe accaduto all'economia e società locali), dall'altro mi spaventa (la malaria in Kenya c'è eccome! Anche se nelle agenzie turistiche minimizzano) Eppure sono terre che ammaliano :) ti capisco, a volte un pensierino viene anche a me, ma per noi è presto, la profilassi comportamentale per viaggiare sicuri in certi luoghi non è a misura di bimbo di 4 anni come la mia eSSe.

      Elimina
  4. ma che bello questo suggerimento! sia da leggere sia da regalare! Io adorerei viaggiare... e lentamente stiamo vedendo come e quando riprendere a viaggiare... con Alice...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete ben avviati, vi leggo molto predisposti, come ti ho detto tante volte mio cugino allergico ha molto viaggiato appena è cresciuto un po', vedrai che piano piano conquisterete il mondo insieme ad Alice :)

      Elimina
  5. Intanto vi faccio un mondo di auguri. E poi mi prendo il suggerimento e me lo porto a casa, che i libri di viaggio, e cambiamento, piacciono sempre molto anche a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :)
      Questo scorre veloce, secondo me potrebbe piacerti. ciao!

      Elimina
  6. Grazie Ci'! e tanti tanti auguri:)!

    elena

    RispondiElimina
  7. Mi unisco per gli auguri per il tuo ventennio: bravi!
    E grazie per la recensione: un libro che non avevo mai preso in considerazione e che mi hai mostrato sotto un punto di vista interessante!

    Buon week end

    Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravi? Pazienti ;) e un po' fortunati...
      A me era piaciuto molto, parliamo di tanti anni fa ma conservo la sensazione della voglia di conoscere il mondo e partire subito per un viaggio.

      Elimina
  8. Mi piace e mi ha incuriosito molto dopo aver letto la tua recensione...lo cercherò...grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo si possa trovare anche in biblioteca, aveva avuto un discreto successo all'epoca ed è diventato libro culto di una certa generazione di backpackers. Poi se lo lleggi, se ti va, dimmi che ne pensi. ciao!

      Elimina
  9. AUGURI!
    Proprio una bella scelta, questo libro per questo giorno speciale.

    p.s. ma vi siate conosciuti all'asilo??? Sei giovanissima, come fate a stare assieme da così tanto??!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...promessi sposi in culla! ;) eh già, giovanissima! Del resto noi due siamo quasi coetanee, quindi... :)
      Grazie, un bacione

      Elimina
  10. Innanzitutto AUGURONI!!! 20 anni sono tanti!
    E poi grazie infinite per questa segnalazione: vedrò di leggere questo libro perchè il continente africano ha sempre esercitato su di me un notevole fascino.
    Oggi io sono in ritado con il post del venerdì....ho poco tempo :-( credo che scriverò qualcosa adesso se riesco.
    Ciao cara!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maris, sono rimasta indietro col giro dei VdL perchè ho poi chiuso tutto ma recupererò nei prossimi giorni! Questo libro secondo me potrebbe piacerti, poi nel caso se vuoi fammi sapere! :) ciao!

      Elimina
  11. 20? wow! che bello, che brividi...

    RispondiElimina
  12. Io fino ad ora ho viaggiato pochissimo... E libri che parlano di viaggi mi permettono di sognare e programmare quel viaggio che vorrei tanto fare e che per il momento ancora mi manca....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi un pochino sì, e ancora oggi per il lavoro del consorte, e ogni volta penso che ogni persona dovrebbe poter viaggiare, per lavoro, per studio, per conoscere meglio se' stessi e il mondo.
      Anche perchè spesso si pensa sia costoso viaggiare, ma ingegnandosi lo è molto meno che fare le classiche vacanze da italiano medio. Anche se poi questi anni di crisi hanno messo in difficoltà un po' tutti, ma chi può viaggi!

      Elimina
  13. Questo libro dovrebbe mettere l'avvertenza: attenzione dopo averlo letto avrete una voglia matta di farvi un viaggio in africa. Almeno è quello che mi è successo, la voglia, la realizzazione purtroppo non è ancora pervenuta.

    Buon anniversario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Mio marito ha anche amici che sono o sono stati in Africa per scelte di vita (uno in particolare è missionario ed è un suo ex professore delle superiori e uno dei suoi sogni è andare a trovarlo) per questo gli ho regalato a colpo sicuro questo libro, che come dicevo ha poi rapito anche me e la voglia di partire ti scava dentro...

      Elimina
  14. Ciao Cì, che bell'anniversario! Questo libro mi attrae molto, anche per il fatto che l'Africa, un po' come tutto il mondo, si avvicina ogni giorno di più ma ci resta in gran parte da scoprire... Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, grazie!
      L'Africa è un'insieme di realtà diverse, complesse e articoalte, difficilmente intellegibili, qui ne sono fotografate alcune, un assaggio molto intenso direi.

      Elimina
  15. bellissimo libro! l'ho letto tantissimi anni fa quando leggevo solo esclusivamente letteratura di viaggi!

    non sono mai stata in Africa (Tunisia a parte) ma spero un giorno d'andarci!

    buon anniversario!

    :-)

    RispondiElimina
  16. 20 anni!!!! complimenti davvero!!!! :)
    (il libro lo metto in lista...)

    RispondiElimina
  17. Mitici, 20 anni, ma siete praticamente cresciuti assieme!
    Auguroni enormi.
    Il continente che visiterei da nord a sud è l'America Latina, ma è solo un sogno. Però ci sono i libri per questo no? Mi segno la tua proposta, magari mi viene il mal d'Africa.

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
Commenti anonimi momentaneamente sospesi causa spam. Per i commenti ai post più datati c'è la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...