lunedì 9 gennaio 2012

Insalatina (raw) sfiziosa, saporita e leggerissima


Oggi per molti è il giorno in cui si riprende davvero dopo la pausa natalizia, a lavorare, a studiare, i ritmi normali insomma. Per molti è anche il primo giorno di un periodo di dieta depurativa, abbandonati gli stravizi delle feste, che spesso però si traduce in rinuncia, sofferenza, penitenza!

Perchè mortificarsi così?
Il cibo può esser sano, leggero, gustoso e anche piacevole da vedere.  
Il cibo deve restare un piacere, anche quando siamo "a dieta"! :)
Provate questa insalatina, come antipasto ve ne innamorerete.

E' croccante, dolce, saporita, colorata, allegra, leggerissima, ipocalorica, con interessanti proprietà.
Il carciofo, di stagione da autunno a primavera, ha pochissime calorie ed è ricco di fibre e minerali. Ha anche proprietà diuretiche e depurative.
Le pere sono ricche di fibra, hanno un basso indice glicemico, contengono pectina che ha un potere anticolesterolemico.

Un connubio perfetto!




Ingredienti:
1 carciofo sardo o ligure (con le punte) freschissimo a persona
1/4 di pera a persona di una qualità dura e non farinosa (kaiser, p.e.)

Dressing:
succo di limone non trattato in abbondanza;
spezie (maggiorana, erba cipollina, timo, pepe rosa e nero, roselline, una o tutte insieme);
un velo d'olio leggero (opzionale);
scaglie di mandorle o pinoli (opzionale).

Si usa solo il cuore del carciofo per questa ricetta, deve esser fresco, chiedete quelli da mangiare crudi. Va pulito bene e tagliato con un coltello ben affilato finissimamente.

La pera può essere tagliata a julienne, o a fogli sottili, con l'aiuto di una mandolina.

Questa è una ricetta di mia nonna, lei suggerisce di lasciare in acqua e bicarbonato il carciofo per una mezzoretta e poi lavarlo bene, in questo modo il gustio è più delicato, io salto questo passaggio.

Una volta disposti il carciofo e la pera in un piatto o posto in una ciotolina, si aggiunge il dressing e si serve nel modo più adatto all'occasione, informale o elegante. Piacerà a tutti, bimbi compresi. Per questi ultimi potrebbe diventare sfizioso aggiungere un filo di succo di agave (o miele per i non vegan), giusto un accenno.





2 commenti:

  1. Ciao Cì, io adoro le insalate, e le mangio sempre in apertura di pasto, anche d'inverno, quando forse siamo meno propensi a gustare cibo crudo (che invece fa benissimo!) Questo originale accostamento non l'ho mai provato, e senz'altro provvederò a farlo al più presto, tra l'altro adoro i carciofi e l'abbinata frutta/ortaggio va alla grande anche da me (mi hai fatto venire un'ottima idea, ti spiace se grazie a te ripropongo anch'io qualche ricettina per le insalate?)

    RispondiElimina
  2. Ma certo, ne sarà onorata :)
    Guarda è buonissima! Mia nonna è l'ispiratrice, aveva mangiato qualcosa di simile al ristorante, l'ha riadattato e io a mia volta, ora vedremo anche la tua versione :)

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
Commenti anonimi momentaneamente sospesi causa spam. Per i commenti ai post più datati c'è la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...