giovedì 11 ottobre 2012

La fascia portabebè ad anelli

Questa è la Settimana Internazionale del Portare i Bambini, qui del mondo di Cì abbiamo portato molto e in tanti modi: fascia lunga, mei tai, fascia ad anelli (sling), una semplice pashmina usata al bisogno per portare... E' stata un'esprienza condivisa con mio marito, che è diventato molto in fretta un portatore convinto. Le fasce portabebè ci sono state particolarmente utili durante viaggi e trasferte, in un luogo affollato come un aeroporto, sui mezzi pubblici, o in una grande città sconosciuta non c'è niente di meglio per tenersi vicino un bambino piccolo, al sicuro, a contatto, ma prima di tutto sono state, nei primissimi mesi, un supporto fondamentale che mi ha permesso di uscire più serenamente - quando la piccola mangiava-dormiva-mangiava a ciclo continuo e sembrava di non aver tempo per fare niente! - e fare tantissime cose anche in casa, insieme, rispettando i ritmi della mia piccola e avendo anche io più libertà.

Le prime le abbiamo comprate, le altre le ho realizzate personalmente.
Quest'anno voglio celebrare la settimana del portare mostrandovi la mia fascia ad anelli autoprodotta preferita:





La fascia ad anelli è molto pratica: piegata è piccolissima e leggera, si infila ovunque ed è pronta all'uso in qualsiasi momento. Si usa da praticamente subito (anche se io ho usato di più la fascia lunga all'inizio e dopo il mei tai), mettendo il bimbo come vedete nella foto qui sopra a contatto del busto di chi lo porta, "cuore a cuore", posizione che permette di allattare al seno mentre si cammina in modo molto discreto e quando il piccolo si addormenta continuare tranquillamente a passeggiare. Poi si usa moltissimo quando il toddler inizia a camminare. In quella fase in cui fa qualche passo e poi si stanca, e le braccia dei genitori iniziano a perdere colpi, la fascia è una pratica e preziosa alleata: te la puoi portare in borsa e intanto hai le mani libere. In questo modo non occorre più portarsi dietro il passeggino, cosa che invoglia il bimbo a camminare, lo fa sentire grande. Noi per esempio abbiamo abbandonato il passeggino intorno ai due anni, ma abbiamo usato le fasce fino ai 3, al bisogno.

La mia fascia ad anelli è stata realizzata in cotone cinzato (tessuto lavabile e resistente, anche alle macchie).
Per realizzarla mi sono procurata una pezza di tessuto abbastanza grande da poter ottenere in sbieco questo risultato:


La lunghezza nel mio caso è di circa 2 m, l'altezza circa 50 cm (doppiati, quindi 1 m di stoffa). La misura è stata quindi ricavata empiricamente prendendo dello spago e simulando di fare un giro e mezzo in diagonale partendo dalla mia spalla, toccando l'anca, tornando alla spalla, ritoccando l'anca, per l'altezza ho fatto delle prove con un bambolotto. :)

La fascia va finita e rinforzata sulla spalla, va poi legata, il bimbo occupa un certo spazio ed è comodo avere un po' di avanzo: servirà a proteggere il bimbo da sguardi indiscreti o dal sole se allattate, o sarà utile per quando il bimbo cresce o la userà il papà, o qualcuno più alto di voi. 



Serve anche del tessuto trapuntato per rinforzare il punto che poggerà sulla spalla del portatore, ne basta però veramente un quadrato grande abbastanza da rendere confortevole l'appoggio della fascia quando è carica (30 x 30 cm indicativamente).
Se volete farla più carina va poi bordata, io ho usato dello sbieco di raso tono su tono e un avanzo di passamanieria che avevo in casa con perline per decorare e mascherare la zona dove ho inserito il rinforozo e cucito (passando e ripassando davvero molte volte, perchè quel punto verrà sollecitato parecchio) per assicurare gli anelli.


Gli anelli sono stata la cosa più difficile da trovare, ho girato tante mercerie ma non trovavo niente di adatto. Sono passata alle ferramenta: niente che facesse al caso mio (o opzioni decisamente troppo costose). Alla fine ho scoperto che i più adatti si trovano nelle ferramenta nautiche. E' difficile trovarne una se non abitate vicino a un porto, ma poi c'è una bella sorpresa: lì costano pochissimo, sono leggeri, sono resistenti, sono perfetti insomma!

E' facile intuire come realizzare la fascia: dopo aver tagliato (possibilmente in sbieco, questo rende più sicura e resistente la fascia e anche più avvolgente per portatore e bambino) un rettangolo della misura giusta, lo piega in due per la lunghezza, si arrotonda da uno dei due lati corti e si rifiniscono i due lati lunghi e quello arrotondato; il lato libero deve essere piegato in tre come si vede nella foto qui sopra dopo aver infilato e puntato con degli spilli l'imbottitura, quindi si infila la coppia di anelli nel tessuto ripiegato e facendo delle piccole pieghe si adatta in modo da creare una forma armonica e ben bilanciata. Si cuce bene, ripassando più volte, si finisce con un elemento decorativo (ne bastano anche 15 cm) a scelta. La fascia è pronta.

Questo è il modo in cui si lega: la prima volta la parte libera passa in entrambi gli anelli, al ritorno solo in uno dei due, a quel punto si tira bene, si sistema e il peso del bimbo bloccherà il tessuto rendendola assolutamente sicura.




Ho costruito più fasce ad anelli, ma ho avanzato una coppia di anelli. Se tra chi mi legge ci fosse una mamma interessata a farsi una fascia portabebè da sola mi contatti e glieli regalerò volentieri, è stato difficile trovare gli anelli giusti, sarò molto contenta di esser utile a chi ne avesse bisogno. :)


Note legali: questo non è un giveaway, ma un semplice regalo. Non è un concorso, non è prevista estrazione, nel caso mi arrivassero più richieste deciderò come comportarmi. Il valore commerciale di questi anelli è sotto la cifra modica che rende inapplicabile la normativa che regola i giveaway. Tutto avviene nel rispetto della legge sui concorsi e operazioni assimilabili.


Se questo argomento vi interessa, domani ne riparlerò, tornate a trovarmi! :)

7 commenti:

  1. Sfacciatamente, cara Cì, io sarei interessata alla tua bellissima fascia, e siccome a breve arriverà un altro pupo, stavolta ci tengo a non farmi trovare impreparata sulla tecnica del "portare" (ci ho provato anche con la prima, a è stato un disastro! Ho abbandonato subito) tanto più che vedo in giro molte madri che ne fanno uso con molta disinvoltura e comodità.
    Se hai ricevuto già prima di me altre richieste non ti preoccupare. ma se fosse possibile sarei anche disposta a "commissionartene una", naturalmente dietro rimborso di eventuali spese.
    Molto interessante questo articolo!

    RispondiElimina
  2. Ciao Suster, che carina che sei, in realtà io posso regalarti solo gli anelli e ne sarei molto contenta. Le fasce sono state una scoperta e mi hanno permesso di uscire di casa (mia figlia era come la tua, stavo impazzendo prima di arrivare al supporto giusto, anche io ho avuto il marsupio ma non mi sono trovata bene come poi invece nelle fasce, e la prima non era ancora quella giusta, pari pari come è successo a te, ma per fortuna sono stata raggiunta dal passaparola della rete e poi mi sono impratichita e ho trovato il supporto giusto per nooi).
    Le mie fasce al momento sono tutte in prestito, sono nomadi peggio di noi! E a dicembre le dovrò chiedere tutte indietro perchè diventerò zia :)

    Appena riesco ti scrivo in privato (coi miei tempi biblici ma arrivo, sono veramente incasinata in questo periodo).

    Un abbraccio a te, alla Pupa, alla pancia e "ospite" (OT: sai quante foto di gatti ho da parte? ;) )

    RispondiElimina
  3. Che bello! Auguri allora! Allora avevo capito male, ma non so se sarei capace di realizzarmela da me!
    I gatti... mi trovo in difficoltà a portarli avanti con continuità. Ogni tanto ci ricasco, ma tu pubblica, pubblica, che se la rubrica va avanti anche da sè e si diffonde non mi può fare che piacere!
    C'è un'associazione qui a Pisa (sicuramente anche più d'una) che gestisce anche dei corsi di "portamento" bebè (o come si dice?)
    Avevo pensato di provare ad andare ma credo che la teoria se non hai da metterla in pratica immediatamente serva a poco, soprattutto quando si tratta di bambini, che poi, si sa, sono tutti diversi e reagiscono un po' come pare a loro.
    Tu non sai, mi sento un po' degenere ma sto sperando con tutto il cuore che questo bambino sia meno indiavolato della sorella. Ti prego ti prego, sii calmo, non essere isterico come tua sorella, che mi ha fatto passare un 3-4 mesi di inferno! Ci scherzo ma in realtà a tratti sono terrorizzata, e così tento di farmi forte in anticipo di possibili soluzioni alternative... Cercherò. Ho tempo, ancora. E la possibilità di guardare molte proposte on line, cose che alla prima gravidanza non avrei mai pensato di fare (ora sono una mamma internauta! eh eh! Se a qualcosa mi è servita l'esperienza!)
    Scrivi pure quando vuoi. Anche io sono un po'... piena, ultimamente. Di pensieri e di progetti a metà, più che di impegni. ma la testa per fare le cose me la scordo ogni tanto.
    A presto!

    RispondiElimina
  4. non ho mai usato la fascia ma se dovessi fare un altro figlio la utilizzerò sicuramente in olanda ho visto una mamma che si metteva il bimbo di due anni nella fascia ad anelli, in un minuto netto, sono rimasta allibita dalla facilità e dal fatto che si potesse portare un bimbo così grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti quando impari anche le legature più complicate sono questione di pochi attimi. :)
      ciao!

      Elimina
  5. Ciao Cì!
    Grazie per i tuoi utilissimi consigli, sto provando a realizzare anche io una fascia per il mio cucciolo/a in arrivo tra poche settimane, spero di riuscire a farne una decente... magari ci vorranno un paio di tentativi.
    Domanda interessata: hai sempre quella coppia di anelli di avanzo? Oppure mi puoi dire dove hai trovato gli anelli giusti o comunque quanto sono grandi quelli che usi tu?
    Grazie ancora per il tuo prezioso aiuto!
    Isabella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Isa, grazie!
      Al momento non ne ho, ma nel giro di un mesetto potrei (condizionale d'obbligo) tornare nella città dove lo ho comprate.
      La dimensione è di circa 5 cm, ora non ne ho vicini, ma fa conto che sia come grande come la "o" che puoi fare con indice e pollice. Deve esser super resistente e possibilmente leggero. Ho trovato il miglior compromesso in una ferramenta nautica.
      Scrivimi se vuoi altri dettagli!

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...