martedì 23 ottobre 2012

Pesto di basilico modificato

La stagione dei fagiolini sta per concludersi (e in effetti anche se ce ne sono una marea in giro non sono belli come in estate) e siccome la pasta al pesto con fagiolini e patate è una delle ricette di casa preferite, e visto che eSSe impazzisce per il pesto di basilico, sto facendone tanti barattolini da conservare per qualche mese mentre con l'ultimo basilico che resiste ancora bene, anche viste le belle giornate con temperature assolutamente sopra la media (nei giorni scorsi abbiamo mangiato in camicia sul terrazzo a pranzo! e ho ancora i geranei che fioriscono e alcuni pomodori nei vasi).

Il mio pesto è in questa ricetta, lo preparo così e poi lo conservo per 3 -4 mesi in freezer (surgelo pochissimo, ma il pesto devo dire che viene proprio bene ed è di una comodità averlo pronto già in porzioni), oggi però vi presento una variante per quando avete meno pesto di quel che vi serve, o volete alleggerirne il sapore, o semplicemente gustare una ricetta diversa. Risulterà molto golosa.

Pesto di basilico e patate, servito con pasta e fagiolini.





Ingredienti:
- pasta integrale (calcolate 20gr in meno del solito a persona, la verdura compensa benissimo in volume, diminuisce in calorie, aumenta in varietà e salute, con le patate si va a bilanciare)
- un ciuffo di fagiolini a persona;
- mezza patata piccola a persona;
- basilico QB, calcolate una decina di foglie a persona;
- mandorle (3 o 4 a persona);
- pinoli (un cucchiaino a persona);
- anacardi (2 o 3 a persona)
- aglio rosa fresco (varietà della provenza, presa in loco nel mio caso): una fettina di spicchio;
- olio EVO;

Preparazione:
Mettere per prima cosa a cuocere i fagiolini, tagliati a tocchetti di un cm o due, in abbondante acqua bollente e poco salata in una pentola grande. Mettere poi a cuocere, in un altro padellino, le patate in acqua fredda, tagliate a cubetti piccoli.
Dopo circa 15 minuti aggiungere la pasta nella pentola dei fagiolini, il taglio ideale è corto e con scanalature o una lavorazione che permetta al sugo di aggrapparsi, ma anche le classiche bavette rendono bene.
Preparare il pesto nel modo che preferite con le foglie di basilico ben lavate sotto acqua corrente, la frutta secca, aglio, olio e un po' di sale se sentite che serve. Quando le patate sono pronte vanno scolate a lasciate raffreddare un attimo, infine schiacciate a amalgamate con il pesto, con l'aggiunta di ulteriore olio EVO se serve. La consistenza è quella di una crema morbida.


Scolare pasta e fagiolini e condire prima di impiattare.


Gustare cadi e fumanti.
Buon appetito!



10 commenti:

  1. Le patate amalgamate col pesto...che ideuzza simpatica e golosa! Mi piace :-)

    RispondiElimina
  2. momento, la pasta cuocerà nell'acqua dei fagiolini assieme ai fagiolini?

    RispondiElimina
  3. sembra molto buono e sicuramente lo faro' presto! grazie ;-)
    ma la mia domanda e': perche' surgeli pochissimo?

    RispondiElimina
  4. Slurp, una delle mie ricette preferite!

    RispondiElimina
  5. il mio pesto preferito: con la frutta secca e soprattutto con gli anacardi (sono dipendente....).
    buonissimo :)

    RispondiElimina
  6. Mmmmm, buonissimo!
    Io preparo una ricetta con gli stessi ingredienti ma combinati in modo diverso. Si tratta di un'insalata di patate e fagiolini condita con il pesto di qualsiasi tipo ed erbe aromatiche a piacere oltre a tanto aglio. I pesti li amiamo tutti e ne facciamo di tanti tipi pure noi che conserviamo in freezer come te (anch'io surgelo pochissimo, tanto che il mio frigorifero è molto grande ma ho rinunciato al freezer accontentandomi della celletta in cui ci sta davvero poco).
    Ho anch'io in serbo una ricetta con i fagiolini che piacciono tanto anche a noi e la cui stagione si sta per concludere.
    Ed hai proprio ragione, ora sono davvero brutti! :(
    Buona giornata
    Michela

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutte!
    La ricetta è una variazione in realtà banale ma vedo che i cultori del pesto sono tanti :)

    @Marica per più motivi: mi sto orientando sul crudo e stagionale (la seconda praticamente sempre), sicuramente perdono le loro proprietà in buona parte e crudo surgelato a parte basilico e prezzemolo non rende benissimo per mia esperienza, abbiamo provato (mia madre in realtà, ma io osservavo con interesse) a surgelare le verdure che qui sono superpreferite (i fagiolini nello specifico)e la resa non ci ha convinte. Consumare solo le verdure di stagione (previa ricerca di COSA è davvero di stagione, chè ormai trovi tutto persino nei biologici) ti permette di conoscere prodotti magari locali che non avevi mai considerato, e di variare tantissimo. :)

    Barbara anche a me piacciono tanto...


    Michela buona la tua insalata (e bentornata)! Qui le patate piacciono così tanto (a mio marito, ma un po' a tutti) calde che non arrivano mai a finire in insalata, dovrei farle di nascosto... ;)

    RispondiElimina
  8. Una variazione molto interessante, che voglio assolutamente provare, grazie!

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...