venerdì 2 dicembre 2011

Libri: bianco e nero e colori

Cari amici del Venerdì del libro,
oggi voglio parlarvi di due libri illustrati per bambini, graficamente agli antipodi, destinati a fasce di età diverse, ognuno col suo carattere e fascino.

Il primo è il famosissimo bruco mai sazio di Eric Carle, che oggi vi presento in versione francese: lo abbiamo ricevuto in dono da una mia amica, essendo tra i preferiti della sua bimba.

La chenille qui fait des trous, di Eric Carle

Libro che si può acquistare in molte versioni e tantissime lingue, noi l'avevamo già in inglese in versione mignon, ma lo abbiamo anche letto in biblioteca nella versione di grande formato, dove le immagini coloratissime rendono al meglio.

Carle è uno dei grandi maestri dell'illustrazione per l'infanzia, uno dei miei sogni è andare nel suo museo di Boston.

La storia penso la conosciate tutti: un piccolo bruco, nato affamato, mangia una mela, due pere, tre prugne e così via. Mai sazio mangia mangia mangia un po' di tutto, fino a farsi venire mal di pancia e diventare grasso e grosso, si costruisce un bozzolo e riposa, l'indomani si risveglierà farfalla...


Vi propongo letture animate in lingua francese


e in inglese




a eSSe e me piace molto sentire le storie in tante lingue diverse. 

Il secondo è Hansel e Gretel, dei fratelli Grimm, con illustrazioni di Lorenzo Mattotti (sito e blog)
Premio Andersen - Il Mondo dell'Infanzia Miglior Albo Illustrato 2009

La fiaba, nella versione dei fratelli Grimm, è tra le più inquietanti e crudeli che ci siano, ma queste illustrazioni sono davvero stupende. La forza di queste tavole in bianco e nero, confezionate in una elegante e prezioso libro di grande formato è di trasmettere un intero universo di emozioni, e dare modo ad ognuno di ritrovarsi nel racconto e lasciar fluire le proprie.

Sfogliatelo se ne avrete l'occasione, capirete cosa intendo, il premio è meritatissimo.

Forse è destinato a un pubblico di lettori più grandi, ma non ne sono così sicura: la mia lo ha visto per la prima volta a 3 anni appena compiuti e non ne è rimasta turbata, confortata dalla salda fede del piccolo Hansel che non smette mai di rassicurare la sorellina che tutto finirà per il meglio e infatti c'è un lieto fine. Le immagini hanno una grande forza, quasi ti trascinano dentro le pagine, sono evocative e cupe, specialmente all'inizio, come l'abisso della povertà e dell'egoismo degli adulti di questa storia, ma la luce non smette mai di avvolgere i piccoli protagonisti, e alla fine, proprio grazie a loro, brillerà anche intorno alla dimora paterna.


Bianco e nero raccontano una storia parallela al testo che si alterna a quest'ultimo: sfogliando le pagine di due in due la si può godere senza interruzioni, si possono cogliere gli stati d'animo e gli spunti che questo testo veicola.

Gli altri Venerdì del libro sul mio blog sono qui.
Qui
potrete trovare quelli di Homemademamma che ha avuto questa meravigliosa ideea, l'elenco dei blog che aderiscono all'iniziativa e le istruzioni per partecipare.
E non dimenticate la nostra biblioteca su aNobii  

 Approfitto per invitare tutti a partecipare al contest di Appuntamenti CreAttivi, vi aspettiamo!

vieni a trovarci!

13 commenti:

  1. Il primo lo conoscevo già ma non abbiamo ancora avuto l'occasione di averlo, mentre il secondo mi ha incuriosito molto, lo cercherò.

    RispondiElimina
  2. Bello, mai sazio credo sia il più conosciuto fra i piccoli che amano leggere

    RispondiElimina
  3. Non avevo mai pensato di leggere un libro conosciuto in un'altra lingua, ci manca questa esperienza, mi sa che la proveremo al più presto.

    Il bruco mai sazio qua da noi è un bestseller.

    RispondiElimina
  4. Mi incuriosisce quello su Hansel e Gretel che anche io ritengo una fiaba molto inquietante...

    RispondiElimina
  5. Hansel e Gretel... noi ne abbiamo una versione adattata per i più piccoli ma non è una storia che entusiasma molto i miei pupi... Non perchè abbiano paura ma proprio perchè li prende poco... Il bruco... bhè, ho letto diverse recensioni ed opinioni molto positive ma ancora non ho avuto modo di proporlo ai miei bimbi. Dovrò rimediare!

    RispondiElimina
  6. proposte interessanti!! grazie!

    RispondiElimina
  7. Simpatico il bruco, io non lo conoscevo affatto!
    Piacerebbe alla mia Raffy :-)
    Per ciò che riiguarda la versione in bianco e nero di Hansel e Gretel invece devo dire che ho dei dubbi che possa piacere a mia figlia, lei viene attirata ancora principalmente dai colori e dalle immagini dei libri,nonostante i suoi 4 anni, per via del suo disturbo pervasivo dello sviluppo che la limita e la fa essere indietro di almeno un paio di anni rispetto all'età effettiva. Però stiamo progredendo, le cose migliorano, ringraziando il Cielo, e pian piano sta ampliando la sua gamma di interessi e sta aumentando notevolmente l'interazione con me e in generale con gli altri.
    Chissà, magari tra un paio di annetti potrei proporle un libro del genere.
    Un salutone, buon fine settimana :-)

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti per i vostri commenti!
    Su Carle non c'è che da dire di sfogliare uno dei suoi libri ed entrare nel suo mondo di colori, sono sicura che in ogni biblioteca ce ne sono molti, così chi non lo conosce potrà capire.

    Questo Hansel e Gretel secondo me è quasi un libro per grandi, nel senso che un adulto è in grado di apprezzare la bellezza del progetto grafico e delle illustrazioni, così come anche un bimbo piccolo, che potrà seguire il solo piano di lettura delle immagini. NOn ho strumenti per focalizzare un'impressione che ho, ma credo che ci sia un'età a partire dalla quale l'attenzione sia più per il testo (anche narrato) e per il tema dell'abbandono che di suo spaventa piuttosto che per tutto il resto, quindi p.e, non lo regalerei mai ad un bimbo tra i 4 e i ...7? Prendete questo appunto come una mera sensazione. ciao

    RispondiElimina
  9. Ciao Ci, ormai riesco a leggere con calma i post del venerdì solo la domenica pomeriggio (se mi va bene).
    Io, a quanto pare, sono una delle poche che non ha mail letto nulla di Carle pur avendone sentito molto parlare. Cercherò in bibliotecae vediamo come SC reagisce. Mi sono piaciuti molto i video, diversi ma efficaci.
    Hansel e Gretel ora sono nella lavagna di P. Molto intrigante come albo, non so se SC gradirebbe ma si può provare. Interessante il blog di Mattiotti che ho aggiunto ai link sugli illustratori.
    Buona Domenica

    RispondiElimina
  10. Come mammozza, anche io riesco a leggere i post del venerdì solo alla domenica, ultimamente arrivo anche al lunedì sera.

    Ovviamente Carle è uno dei nostri preferiti e il museo è nei miei sogni.

    Per Hansel e Gretel le mie sono ancora piccole ma mi piace l'idea della luce che contorna Hansel, rende l'idea della sua fiducia di riuscire a risolvere la situazione.
    La figura peggiore mi è sempre sembrato il padre, anche quando ero piccola, pensavo che fosse proprio tonto a farsi manovrare così dalla matrigna... anche il padre di Biancaneve non godeva della mia stima!

    RispondiElimina
  11. Anche io riesco a finire il giro dei VdL anche molti gg dopo! Siamo anche diventate tante! :)

    Mammozza anche a me piacerebbe dividere i blog che seguo per tipo, sicuramente ci sarà la categoria "illustratori" appena ci riesco! (tempo tiranno)

    Monica hai ragione, ogni volta che leggiamo una fiaba classica mio marito si chiede come sia possibile che questi padri fossero così terribili. Diciamo che la figura maschile ne esce malissimo, le mamme muoiono ancora prima che inizi la storia, le matrigne sono streghe! per questo non amo molto le fiabe classiche ;-)

    RispondiElimina
  12. Noi adoriamo il piccolo, affamatissimo e coloratissimo Caterpillar :-D
    E anche Hansel e Gretel nella versione integrale PF l'apprezza molto, soprattutto quando la strega viene messa in forno...
    Ho un figlio sadico!!

    Ho un piccolo favore da chiederti: non riesco a trovare su Anobii Hansel e Gretel nella versione che proponi. Vorrei mettere proprio quella e non una delle tante! Riesci a faremi avere il codice ISBN. Grazie :-D

    Bacioni

    RispondiElimina
  13. do fretta da mobile, scusa la brevità. non so peechè non li ho ritrovati nella mia libreria. ho rifatto lo scan e te l'ho mandato via mail. vi piacerà moltissimo allora, è digrande formato con la copertina a lettere dorate, un bel libro :)

    RispondiElimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...