giovedì 26 gennaio 2012

Calvofiore raw: cous cous e insalata invernali

Quello che apprezzo sempre più della blogosfera è che è piena di stimoli.
In questi giorni non riesco a stare dietro a tutte le cose che vorrei pubblicare, perchè ogni giorno mi viene in mente una nuova idea e ho tantissime bozze iniziate!

Oggi vi propongo due ricette crudiste, sto cercando di ampliare il nostro consumo di cibi vegetali crudi e quindi sto sperimentando molto.
Un mio contatto di facebook tempo fa aveva postato la ricetta del cous cous crudista. La cosa mi aveva incuriosito, ma poi è finita nel dimenticatoio, finchè Monica non ha risvegliato in me la voglia di provarla. Per affinità di cucine e scelte alimentari Michela ha pubblicato una ricetta molto simile a quella che mentalmente stavo elaborando proprio ieri! :) Questo mi ha stimolata a esperimenti più fantasiosi... ringrazio quindi entrambe :)

Ecco i risultati:



Questo piatto in realtà affianca due portate: un cous cous di cimette di cavolfiore e un'insalata colorata. Vediamoli nel dettaglio.

Cous cous crudista speziato di cavolfiore 

Da tempo volevo provare questa ricetta, ieri facendo le mie ricerche per capire se era effettivamente così intuitiva come sembra (sì, lo è! ed è anche velocissima) ho trovato molte ricette, mi è piaciuta questa su un sito che è spesso di ispirazione, grazie agli autori per avermi dato delle conferme, sembra molto buona proverò anche quella.

Ingredienti:
cous cous di cavolo (ottenuto dalla parte più superficiale di 1/3 di cavolfiore);
daikon;
tofu al carciofo;
mandorle in scaglie;
zenzero fresco;
limone;
semi di senape;
uvette;
olio.



Tagliare finemente e poi e smizzare le sole cimette del cavolfiore, dopo averlo lavato molto bene con acqua corrente.
Assumeranno davvero la forma e consistenza del cous cous!
Aggiungere un po' di daikon tagliato a julinenne, tofu al carciofo (o tofu e un po' di cuor di carciofo fresco crudo sminuzzato), poche mandorle in scaglie, zenzero fresco grattuggiato, semi di senape, alcune uvette e condire con succo di limone e un po' di olio EVO. 


Insalata di cavolfiore crudo con agrumi e frutta secca. 

Per la seconda proposta di oggi servono questi ingredienti:
1/2 di cavolo;
arancio tagliato a pezzi (ogni spicchio in quattro parti);
2 mandarini;
1/2 limone;
5 o 6 noci;
1/2 dark cardamon;
olio EVO
Lavare molto bene con acqua corrente e poi tagliare il cavolfiore (soli i fiori) finissimamente con la mandolina, aggiungere tutti gli altri ingredienti e condire con il succo dei mandarini, di metà limone, un po' di olio EVO, pochissimo sale. Aggiungere il black cardamon (è un tipo di cardamomo stufato che si usa molto in Asia) grattuggiato con la grattuggina per le noci moscate e pochissima buccia di limone. Servire dopo qualche minuto.




17 commenti:

  1. Felice di averti ispirata, lieta che tu stia aumentando la quota raw nella tua alimentazione! :-))

    RispondiElimina
  2. grazie!!! :) piano piano...

    RispondiElimina
  3. ooops non ho firmato: Cristina
    :-)

    RispondiElimina
  4. Ah ecco, non ero ancora passata oggi! Fantastiche queste tue ricette, tutte da provare. Si, stai decisamente osando ;)
    Sai che anche a me piace provare la cucina crudista? Ho comperato anche qualche libro, e, soprattutto d'estate mi diverto a provare, tu però sei decisamente qualche passo più avanti.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amica cui facevo riferimento è orma 90% crudista, ma mi ha anche detto che ci si arriva per gradi e ognuno deve trovare la sua quota ideale. Qui andiamo a periodi, ma mi impegno a proporre verdure e frutta cruda con costanza. Anche perchè mi piace molto il loro esser croccanti, a fine pasto mi sento proprio sazia e leggera.
      Per la cucina, vado a periodi, siccome amo le spezie del mondo spesso i miei piatti sono etnici, anche se ultimamente, lo realizzavo proprio ieri sera mentre cucinavo, mi piacciono proprio i sapori mediterranei. Sono nella fase in cui mangerei pasta con le lenticchie alla salvia e rosmarino tutti i giorni! Ma poi mi viene voglia di (o vengo stimolata a) sperimentare e la cucina viaggia un po' ;)

      Elimina
    2. Lo stesso accade anche a me. Ho notato che le stagioni influenzano molto le mie scelte, d'estate privilegio i cibi crudi o quasi, d'inverno sono più propensa a preparare cibi corroboranti e caldi, il che è anche facilmente intuibile. Anche viaggi e vacanze mi danno una sferzata di energia e brio. Quando rientro da un viaggio sono in piena modalità di sperimentazione, ad esempio, la scorsa estate tornati da una vacanza in Sardegna anch'io ero in fissa con la cucina tradizionale mediterranea, tornati dall'Oriente idem, spezie ed accostamenti esotici a non finire. Non sono molto costante, mi piace sperimentare e giocare, ed anch'io uso moltissimo spezie ed erbe aromatiche, che possono dar carattere anche al piatto più semplice. Certo non sempre i risultati sono entusiasmanti ma fra tanti tentativi spesso ne esce qualcosa di buono.

      Elimina
  5. Ma è davvero bello! Che idea geniale questa di adoperare il cavolfiore in questo modo :-) devo provare la prima versione solo credo non userò il tofu....ammetto che io e mio marito non lo amiamo, lo abbiamo assaggiato tempo fa ma non abbiamo ripetuto la cosa....de gustibus!
    Sempre mio marito non ama l'accostamento frutta-piatti salati (o comunque non dolci per intenderci) quindi la seconda versione non gliela posso proporre :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maris, sono piatti che vanno proposti con una certa gradualità. Sai che potresti fare? prepararne una porzione per te mentre cucini il cavolfiore in modi a voi più usuali e proporre giusto un assaggio. Qui faccio lo stesso quando provo qualcosa di un po' avventuroso..
      Questo è un tofu speciale, ai carciofi, ha un gusto decisamente poco di tofu :) Per supllire la quota proteica potresti usare dei ceci: delicati come gusto, molto sani, poco calorici, in genere piacciono a tutti :)

      Elimina
    2. L'hai detto..."in genere"....ma mio marito fa eccezione, come sempre :-( non mangia neppure i ceci! Io e mia figlia per esempio li adoriamo, anche il monello unenne ora sta cominciando ad apprezzarli, ma mio marito no...è irrecuperabile!!!

      Elimina
    3. un caso disperato, se posso ;)
      beh puoi anche ometterlo. Nessuna delle due opzioni è cruda tra l'altro, per cui... fa senza!
      Sottoaceti e sottolio? a mali estremi, per stuzzicarlo e abituarlo gradualmente ai gusti più naturali potresti proporre qualcosa di più vicino al suo gusto all'interno, quelli per mia esperienza funzionano proprio con tutti! A quel punto non mettere altro olio però.

      Elimina
    4. Disperatissimo se consideri che non mangia fagioli, non mangia latte e derivati, broccoli e altre verdure....insomma, un bel problema!
      Grazie per i consigli, i sott'olio gli piacciono ;-)

      Elimina
    5. :)
      parti da lì e chissà dove arrivi... a volte è solo questione di iniziare a un gusto nuovo partendo da uno consciuto, vale ad ogni età :) ciao!

      Elimina
  6. Oh santa paletta! Tu mi stupisci con effetti speciali. Le verdure crude sono un cocktail sicuro di vitamine e sali minerali allo stato puro. Non ti dico cosa propinavo ad Alice in fase di svezzamento ma te lo racconto un'altra volta, quindi mi prendo un po' di tempo e poi provo la tua e quella di michela... c'è da lavorare con voi ...

    RispondiElimina
  7. Buonissimo :)
    Lo provai anch'io con il cavolfiore e fu perfetto!
    Proprio oggi ho pubblicato una versione con broccolo ;)
    Molto buono!!!
    W il crudo e vegano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Mimi, verrò a curiosare...

      Elimina


Grazie per il tuo commento, le tue impressioni per me sono preziose :-)
È attiva la moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...